lunedì 15 giugno 2015

lumina

circa un anno fa, a fine maggio del 2014, si terminava (con un enorme successo, vale la pena di dirlo) la campagna di crowdfunding per la realizzazione del primo volume di una serie a fumetti che prometteva una vera e propria rivoluzione nel mondo della nona arte. da circa un mese lumina è arrivato tra le mani dei lettori, e anche io, che non ero riuscita ad acquistarlo su indiegogo, sono riuscita ad accaparrarmi la mia copia (grazie scuola del fumetto di palermo, siete stati tanto gentili e pazienti!).


se questa serie voleva aprire un nuovo capitolo su come fare fumetti, secondo me c'è riuscita. lumina è un tesoro (sinceramente? io ho abbracciato la mia copia per quasi mezz'ora subito dopo averla acquistata...), un vero e proprio capolavoro, anche come oggetto.

cominciamo proprio dalla confezione: lumina è una figata realizzata con una cura incredibile in ogni dettaglio. posso anche sboroneggiare un po', visto che in una delle conferenze di etna comics emanuele tenderini ha spiegato per bene come è stato stampato questo volume.
lumina è un fumetto stampato in esacromia, ovvero, invece dei canonici quattro colori sovrapposti della quadricromia (la tecnica di stampa usata per tutti i fumetti e libri a colori), in lumina ce ne sono sei, tra i quali l'argento (è stato usato un inchiostro particolare che evita di lasciare le ditate sulle tavole quando vengono toccate), che rende i colori incredibilmente brillanti. oltretutto è praticamente stampato in quello che potrebbe essere definito un high definition cartaceo (ah, tenderini, grazie per tutte queste precisazioni tecniche, altrimenti io ero qui a scrivere venti volte è una megacicciofigata! e basta), ovvero i punti di inchiostro della stampa sono più fitti e precisi rispetto alle stampe a colori tradizionali. per cui con lumina si verifica un caso eccezionale: la versione cartacea riesce a essere qualitativamente migliore di quella visualizzata a schermo da un comune pc o cellulare (se poi avete robe incredibili non lo so, ma io ho fatto il confronto e per la prima volta la carta risulta più luminosa del digitale).

skippare tutti i passaggi intermedi - editore e distribuzione principalmente - e rendendo i lettori gli unici partecipi alla realizzazione materiale del progetto, ha permesso di realizzare un volume di una qualità fuori dagli standard a un prezzo sicuramente inferiore rispetto a quello che avrebbe dovuto imporre un editore al quale toccava pagare tutte le trafile di rito per far arrivare il volume fino ai consumatori. (brutalmente: venticinque euro per una roba simile sono davvero un prezzo più che onesto. e ve lo dice una che non ci pensa due volte a cercare tra l'usato per evitarsi i costi infami di certe pubblicazioni. riferimenti a fumetti realmente esistenti - oran... coff - sono quasi del tutto casuali)
fine del pippone tecnico.



passiamo alle cose interessanti. so che state rimuginando mentalmente la domanda, quella che io odio tantissimo: ma sto lumina di che parla? potrei dirvi che essendo un agglomerato organizzato di carta stampata non può emettere alcun suono, tanto meno articolare parole e men che mai esprimere pensieri. però non sono in vena di battute di cattivo gusto (no, non è vero).

lumina si inserisce nel filone sci-fi/fantasy, portandoci fin dalla prima inquadratura dentro uno strano e misterioso universo, popolato da creature antropomorfe alle prese con qualcosa di molto molto importante. nessuno spiegone, nessuna introduzione: da un lato, in un universo altro, c'è un mondo, lumina, che sta per morire. c'è un'enorme regina, una confraternita e un neonato che cercano di salvare quel mondo. dall'altro, sulla terra, ci sono due fratelli, miriam e kite, che vivono le loro vite di adolescenti, lei troppo attenta a essere sempre impeccabile, lui più che altro impegnato a cacciarsi nei guai. però questa volta i guai di kite sono nulla in confronto a quello che li aspetta: la realtà che loro conoscono improvvisamente collassa e lascia il posto a qualcosa di terrificante e inspiegabile: fantasmi? mostri? alieni? non importa, nessuna fuga è possibile e i due vengono trascinati proprio su lumina, dove si ritrovano al centro di una battaglia tra due (o forse più?) fazioni, scoprendosi portatori di qualcosa di fondamentale.

troppe domande si aprono in questo primo volume che procede a ritmo serratissimo e travolgente. è come uno stretto scorcio di panorama tra due gallerie visto da un treno che corre troppo veloce. abbiamo visto combattenti e creature divine, poteri magici e ambientazioni fantastiche, ma siamo ancora, come kite e miriam, confusi e in balia degli eventi, troppo piccoli per poter comprendere.

manco a dirlo, vorrei avere i prossimi volumi (tutti!) qui adesso, vorrei potermeli divorare nell'arco di una notte e poi rileggerli con calma per godermi ogni particolare di ogni tavola e vignetta.
tra i disegni di linda cavallini (dettagliatissimi eppure freschi, molto in stile euromanga, che a me piace parecchio) e colorazione di emanuele tenderini (la sua hyperflat, una tecnica folle di sovrapposizione di piani di colore leggermente sfalsati per creare sfumature che danno la sensazione della differenza tra piano di messa a fuoco e fuori fuoco, una grandissima figata a dirla tutta), le tavole sono davvero ricchissime di particolari, bisogna davvero andarci con calma per riuscire a cogliere tutto...


anche i prossimi volumi - per quello che sono riuscita a carpire durante la fiera - saranno realizzati in crowfunding, e questa volta cercherò di essere in prima fila per acquistare il secondo numero.

per trovare altre informazioni su lumina, sulla storia, le tecniche di colorazione e stampa, i personaggi eccetera, andate qui.

figata ultima (se tutto questo non fosse già abbastanza): lumina ha anche una colonna sonora originale, scritta appositamente da remo baldi. la trovate su spotify! (io aspetto di riavere il mio pc funzionante visto che al momento ho solo un macinino che implode appena guardo la parola download).

2 commenti:

  1. Graficamente sembra davvero splendido! Conto sul fatto che siano in fiera a Ottobre per guardarlo di persona, altrimenti aspetterò semplicemente di riuscire a beccarlo per studiarmelo a modo XD

    Ps: sei riuscita ad avere il volume nuovo di Hadez? (io ci ho messo mille anni -.-) Il finale è inedito! *^*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per quello che ne so saranno a lucca! fb, trovi la pagina di lumina (se mi ricordo la spammo nei prossimi giorni...) così hai modo di seguire gli aggiornamenti!
      fidati che merita tanto!

      essi! ho preso hadez all'etna comics! voglio leggere il resto!!! °A°

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...