martedì 6 marzo 2012

kokko-san


un giorno la piccola yayoi trova un gallo per strada e decide di adottarlo.

questa è la storia di kokko-san in sintesi, ma dietro le storie c'è sempre qualche altra cosa da raccontare. c'è la storia di yayoi che dovendo occuparsi di quel galletto pestifero diventa poco a poco sempre più matura e responsabile, c'è la storia della sua sorellina innamorata del suo sempai, c'è chikurin che vuole diventare una poliziotta ma non ha ancora capito qual'è la differenza tra essere giusti e fare la spia, c'è la mamma di yayoi che ha un tesoro in pericolo, ci sono i mille piccoli momenti di ogni giorno che scorrono sotto le zampette di un pollo capriccioso e di una bambina adorabile.
in poche parole nulla di imperdibile, una storia dolce e semplice, dei disegni bellissimi ma in un volumetto decisamente troppo caro per quello che vale. compratelo di seconda mano, scambiatelo o mal che vada leggetelo a scrocco, ma se potete non perdetevelo.
spero che arrivi altro della kono, dopo hiroshima nel paese dei fiori di ciliegio mi sono innamorata delle sue storie e del suo tratto, ma credo che per quanto kokko-san sia carino, ci possa essere di meglio...

1 commento:

  1. L' ho letto di recente, è proprio vero che è adorabile! Il pollo rompiscatole è simpatico ma io gli avrei tirato il collo in men che non si dica! XD Anche noi avevamo un gallo, i miei genitori lo adoravano, beccava il mangime dalle loro mani, li seguiva come un cagnolino...io invece gli stavo antipatica, mi inseguiva e cercava sempre di beccarmi, il maledetto! XD
    Concordo anche sull' edizione: troppo cara, veramente troppo cara. Io l' ho preso solo perchè avevo uno sconto...lo consiglio, ma non certo a quel prezzo!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...