venerdì 24 febbraio 2012

30 giorni di manga - giorno 17

un manga che ti vergogni del fatto che ti piaccia


QUESTA DOMANDA È STUPIDA OLTRE OGNI ASPETTATIVA.
ma d'altra parte, in quale giochino o test non c'è qualche domanda idiota?
il punto è: come si fa a vergognarsi di qualcosa che piace? o quello che ti piace è genericamente considerato brutto, e allora ci si vergogna di non far parte del gruppo, oppure si riconoscono come vergognosi i propri gusti, e allora si ha un bel problema con se stessi.
a me sinceramente, ben poco mi frega del gruppo e non ho nessunissimo problema con quello che mi piace. trovo che ogni manga che ho apprezzato e che apprezzo, come ogni libro, abbia il suo valore, non nasconderei nulla di quello che tengo in libreria, che tra l'altro può vantare una varietà notevole di titoli e generi e di cui vado parecchio orgogliosa.

2 commenti:

  1. Vero, come si può amare qualcosa di così e poi vergognarsene?
    Solo se commettessi un crimine me ne vergognerei!
    Cmq ci sono persone che si vergognano dei propri gusti e io penso che siano insicure e prive di spina dorsale.. ne conosco alcuni!
    Io, per esempio amo pazzamente i manga di Tatsuya Egawa che sfociano sempre in un erotico assolutamente allucinante ma non me ne vergogno... amo quell'autore e ho tutte le sue opere pubblicate in Italia! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, a me è capitato di sentire robe tipo "so che il manga blabla non vale niente, ma a me piace"... che vuol dire che non vale niente? chi ha deciso che non vale niente? se dici che ti piace evidentemente qualcosa di buono ce lo vedi!
      però bisogna sempre tener conto delle recensioni e dei pareri degli altri prima di dire la propria >_>
      mamma mia =_="

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...