venerdì 23 febbraio 2018

black metal ~ vol.1

nostro padre è morto folgorato prima che nascessimo.
nostra madre è morta dandoci alla luce.
siamo cresciuti nel dolore e nella sofferenza,
con il solo conforto del dolce e cupo suono del black metal.
non so se vi capita mai di ordinare i vostri libri e fumetti sugli scaffali pensando a quali titoli farebbe piacere stare insieme e a quali no. a me ogni tanto capita di farlo e black metal ha già il suo posticino a fianco di scott pilgrim, del quale sembra un po' il fratellino minore, ribelle, arrabbiato e perennemente vestito di nero.
lungi dal farne una copia, rick spears e chuck bb sono riusciti a ricreare in modo mooolto vago - sopratutto dal punto di vista grafico - alcune caratteristiche del fumetto di 'o malley, dando però alla loro storia un tocco totalmente personale e originale.
tutto questo per dirvi che se vi manca scott, questa potrebbe essere non solo una buona consolazione ma anche una grandiosa scoperta.

cacciati per l'ennesima volta da scuola e arrivati in un nuovo istituto, i gemelli shawn e sam stronghand vengono preceduti da un fama non troppo rassicurante: aggressivi, violenti e piantagrane, sembra che non riescano a rimanere per più di due ore in un posto senza combinare guai seri.
la loro più grande passione è il black metal, e da coerenti e bravi metallari, vestono di nero, mantengono un umore rigorosamente cupo, socializzano pochissimo e solo con spiriti affini ai loro, odiano la scuola, i centri commerciali, non sopportano le attenzioni della loro mamma adottiva e men che mai il loro fratellino più piccolo (e un po' tonto).

anche se il primo giorno alla nuova scuola non sembra cominciare benissimo, l'incontro con una fosca beltà di nome becca non solo scioglie - solo un po' - il cuore di shawn, ma da ai due lo spunto per cercare un album dei frost axe, il cui logo sta proprio sulla maglietta della bella tenebrosa.
ora, i due fratellini si lamentano tanto dei centri commerciali in cui sono costretti ad andare, ma se da quelle parti ci sono negozi di vinili metal, io non starei a lagnarmi più di tanto. in ogni caso, come in un perfetto disegno del destino, shawn e sam trovano il vinile dei frost axe il cui ascolto, anche e sopratutto al contrario, ovvio - li catapulterà in un'avventura incredibile, tra demoni antichi, spade magiche, inferi pieni di creature malvagie e un'antica lotta non ancora giunta al termine, svelando qualcosa di incredibile sulla loro vera origine.

anche a becca piace scott pilgrim!
epico senza prendersi troppo sul serio (vi ricordate bastard!!?), black metal sa scherzare sui luoghi comuni e sugli aspetti più vistosi degli appassionati del genere, sugli atteggiamenti e sui look tetri, sulle tematiche delle canzoni che mischiano leggende di vecchi dei, battaglie infernali, morti, sofferenza, e un oltretomba decisamente poco raccomandabile, smorzando i toni sopratutto grazie al tratto estremamente cartoonoso di chuck bb e alla scelta di affidare il ruolo di protagonisti a due ragazzini appena adolescenti (grazie a dio risparmiandoci i pipponi su quanto l'adolescenza sia un'età difficile e bla bla), mentre al contempo rick spears - famoso sia nell'ambito delle autoproduzioni che come collaboratore delle più importanti case editrici di fumetti americane - sa mettere in scena una storia appassionante e grandiosa, creando un mix esplosivo.
il primo volume si può considerare quasi un autoconclusivo, alla prima avventura di shawn e sam infatti seguono solo poche pagine che lasciano intendere che la storia continui (i volumi sono tre in totale, quindi niente panico!), quindi non avete nessuna scusa per non leggerlo.

non perdetevelo e correte a lucidare i vostri vecchi bracciali con le borchie!

2 commenti:

  1. mi hai incuriosito troppo! Voglio leggerlo ( anche se io e il metal non andiamo d'accordo).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uhuh, nemmeno io amo il metal troppo pesante, lo ammetto, però questo fumetto qui è davvero davvero bellino ♥

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...