venerdì 14 ottobre 2016

millennials - born to be heroes ~ episodio uno

vi ricordate di to be continued? bene, ieri mi è arrivato il cartaceo di millennials, lo spin off ideato da lorenzo ghetti (creatore della serie principale) e da claudia nuke razzoli, che si è occupata di sceneggiare, disegnare, colorare e letterare questo spillatino.

la prima cosa che devo dirvi è che prima ancora di iniziare a leggere, ho passato svariate ore ad accarezzare la copertina, che è mooorbidissima. anche la carta interna è stupenda. so che sembra una cosa stupida, ma è davvero una droga, fidatevi.
la seconda è che questa serie è partita benissimo e mi piace un botto. e la terza è che il secondo numero sarà disponibile già a lucca comics, e io non vedo già l'ora di averlo tra le mani.


se avete letto to be continued (e se non l'avete fatto rimediate subito), sapete già come funziona il mondo in cui le storie sono ambientate: le persone con capacità superumane sono davvero tantissime e più che diventare i paladini della giustizia, più che degli eroi, i superumani sono utilizzati come veri e propri fenomeni da baraccone, lì dove il baraccone è stato sostituito dai più proficui internet e tv. insomma, spettacolo puro.
ed è proprio la puntata di uno show dedicato ai superuomini a introdurci nella storia, un'introduzione che si prende tutto questo primo episodio, senza tralasciare nulla e senza rubare troppo alla trama.

protagonista è icequeen, una superumana dei record, famosissima, fortissima, agilissima e piena zeppa di premi e riconoscimenti. insieme a lei, velvet e white lion. i tre fanno parte di una giuria che ha il compito di selezionare tra venti candidati quelli che faranno parte della loro squadra di supereroi. quale che sia il compito di questa squadra, staremo a vedere nei prossimi episodi.

composte le squadre, in quella di icequeen troviamo: una bravissima e timidissima atleta con quattro braccia, una tipa arrogante il cui potere non è ben definito ma che si definisce the moving target, una ragazza bellissima con uno stuolo di fan e una ragazzina spaventosa e forse pericolosa, dotata di ali nere e della capacità (al momento si sa solo questo) di creare qualcosa di molto simile a un terremoto.

anche se le altre squadre sembrano altrettanto assurde e male assortite, le nostre sembrano proprio il massimo del cosa diamine dovrebbero combinare queste insieme?
il carattere determinato di icequeen sembra essere l'unica cosa che può far di loro qualcosa di veramente potente...

l'idea di to be continued mi era piaciuta tantissimo, vederla sviluppata con i disegni di claudia razzoli - che amo - e declinata quasi del tutto al femminile mi piace ancora di più, sopratutto perché, nonostante si tratti di poche tavole, tempi, sceneggiatura, regia e tutto il resto sono impeccabili. non c'è nulla di troppo e nulla che manchi in questo primo episodio.

per acquistare millennials - oltre che andare a lucca - potete cliccare qui e farvi mandare la vostra copia a casa (anzi, ormai direi quasi le vostre copie, il secondo volume dovrebbe arrivare a brevissimo!)

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...