venerdì 2 febbraio 2018

dragon ball full color ~ la saga del giovane goku vol. 1

devo fare una doverosa premessa a quanto sto per dire: prima di questo volume io non avevo mai letto né visto dragon ball. sapevo più o meno come erano fatti i personaggi, ma niente più di questo. così, dopo più di vent'anni da quando ha cominciato a spopolare tra i miei coetanei, ho approfittato di questa nuova edizione - dragon ball full color - la saga del giovane goku - di star comics per leggere la parte della saga di cui ho sempre sentito decantare più lodi, quella dedicata appunto al giovane goku.
innanzi tutto vi do qualche informazione su questa nuova edizione a colori: sarà divisa in saghe (non so se la cosa coincide con l'ordine degli episodi dell'edizione regolare) la prima, la saga del giovane goku, è composta di otto volumetti. seguiranno la saga dei sayan, di tre volumetti, la saga di freezer, di cinque volumetti, la saga di cell e quella di majin bu, di sei volumetti ciascuno, per un totale di trentadue. l'edizione è molto curata, ottima la carta - ovviamente più spessa e liscia di quella normale per rendere giustizia ai colori - e appropriato il prezzo.
personalmente non mi fanno impazzire le copertine, ma si può tranquillamente soprassedere alla cosa, sopratutto perché questa divisione tematica permette di leggere - o rileggere - solo le parti che più interessano.


dragon ball è nato nel 1985 in giappone e in italia, già dagli anni '90, tra la versione animata e quella cartacea (sono state pubblicate cinque edizioni del manga!) è una delle serie più note e conosciute. sarebbe superfluo raccontare di cosa parla, ma a beneficio di qualcuno che è rimasto fuori dal mondo come me per più di trent'anni, ecco in la trama questo primo volumetto.

come da titolo, la vicenda è quella del giovane son goku, un ragazzino di quattordici anni che ne dimostra decisamente di meno, dotato di coda e di una forza straordinaria e cresciuto isolato dal mondo insieme al nonnino - che in realtà l'ha trovato e allevato - da son gohan, un vecchietto tra i più potenti guerrieri conosciuti. rimasto solo, goku continua la sua semplice vita fino al giorno in cui non incontra bulma, una ragazzina che sta approfittando delle vacanze estive per raccogliere le sette sfere del drago e potere così evocare la leggendaria creatura che permette di realizzare un desiderio a chi riesce nell'impresa. ne ha già trovate due e la terza è proprio in casa di goku, anzi è il solo ricordo che son gohan gli ha lasciato di lui.
un po' perché goku non vuole separarsi dalla sfera, un po' perché, dopo aver scoperto la sua forza incredibile e la sua infinita ingenuità, bulma decide di fare squadra con questo strano ragazzino, certa che saprà aiutarla nell'impresa.
inizia così il loro viaggio alla ricerca delle sette sfere, in uno scenario urban fantasy anni '80 tra capsule che si trasformano in abitazioni e mezzi di locomozione (ma niente cellulari), creature capaci di trasformarsi a loro piacimento e guerrieri dalla forza straordinaria, un mondo per tanti aspetti diverso dal nostro ma dove vecchi molliconi pervertiti e banali prepotenti si incontrano a ogni angolo, proprio come nel nostro.

la forza di questa prima parte della storia sta non solo nelle incredibili capacità di goku e nell'avventuroso viaggio, nei combattimenti e nel sottotesto mitico - dragon ball si ispira infatti al famoso romanzo cinese il viaggio in occidente, ovviamente parodiando situazioni e personaggi - ma anche e sopratutto nei momenti comici che si vengono a creare tra goku, la cui ingenuità raggiunge livelli incredibili sopratutto per quello che riguarda l'altra metà del cielo, l'avvenente bulma e gli altri personaggi maschili più o meno importanti, che sembrano non riuscire a mantenere un briciolo di sanità mentale davanti a una bella ragazza.

i primi sedici capitoli, raccolti in questo albo, ci permettono di accompagnare i personaggi nella raccolta, non sempre troppo facile, delle prime sei sfere del drago... sicuramente voi sapete come va avanti la storia, ma non ditemi niente, sono riuscita a sopravvivere a trent'anni di spoiler, non voglio rovinarmi la lettura proprio adesso!

10 commenti:

  1. Ah, ma quindi contiene più materiale rispetto al tankobon originale!
    Dai forse la prima saga la prendo! :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo non lo so, ma credo che contenga lo stesso materiale dell'edizione canonica, non so bene se l'ordine è lo stesso però, bisognerebbe chiedere a chi ha letto entrambe!

      Elimina
  2. Pensa che a me la prima saga ha sempre detto poco o nulla: per quel che mi riguarda Dragonball inizia con l'arrivo di Piccolo e finisce con la saga di Cell. Il resto lo infilo volentieri nell'oblio perpetuo, da brava fangirl quale sono :PP

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non dirmi questo che poi mi tocca prendere tutti i volumi XD

      Elimina
  3. Non pensavo di comprarlo, ma dopo le varie recensioni entusiate penso che un pensierino lo farò!

    RispondiElimina
  4. La prima parte effettivamente è la più bella, si ride e ci si emoziona di più rispetto a dopo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono sempre più curiosa di andare avanti con la lettura! é_è

      Elimina
  5. Lessi il manga a scrocco ai tempi delle medie, stufa di non capire mai niente delle puntate che passano in tv, ne guardavo una si e tre no quindi era facile perdersi. Mi piacerebbe recuperare questa serie e averla nella mia collezione, chissá forse approfitto di questa edizione a colori :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'edizione è carina assai in effetti! ero un po' scettica riguardo alla colorazione, ma è fatta benissimo, non è pesante e non rende "strane" le tavole ^_^

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...