domenica 19 giugno 2016

cosa c'è nella mia wishlist - parte II

ed eccoci di nuovo con le lagnanze per tutto quello che non sono ancora riuscita a stipare nelle mie ormai troppo cariche librerie. la parte I la trovate qui.


consolatemi.


una società in cui uomini ricchi e potenti decidono cosa è giusto e cosa non lo è. e se una donna non è abbastanza sorridente, abbastanza sexy, troppo grassa, troppo magra, lesbica, eccessivamente espansiva o eccessivamente timida, allora viene etichettata come non-compiacente e spedita nell'avamposto detentivo ausiliare. a parte l'ultima frase, cosa cambia esattamente dalla società in cui viviamo? niente. questo è il patriarcato gente, questa è la nostra società. e il mio femminismo ha bisogno di leggere bitch planet.


di lost stars se ne parla benissimo dappertutto. una storia d'amore e l'universo di star wars. praticamente manca solo il mio nome scritto sopra, una bella fascetta gialla con uno strillone del tipo il libro che clacca non avrebbe neanche osato sognare ma che deve assolutamente leggere.

questo libro mi sa di adolescenza, di quella rabbia e voglia di ribellarsi, di quell'energia che a sedici anni ti faceva sentire come se stessi per scoppiare da un momento all'altro. è per quello che tornerei indietro, giuro. che poi, l'adolescenza. quando ti dicevano "un giorno penserai a quello che ora ti farà stare male e ti farà sorridere" no, non è vero. ci penserai e starai male come allora, bisognerebbe poter tornare indietro e poter consolare i sé stessi adolescenti per ogni cosa. il muretto non sarà un viaggio nel tempo, ma sembra la cosa che ci si avvicina di più.


quello che mi sta succedendo è un racconto sull'essere giovani nell'era del lavoro precario che destabilizza ogni aspetto della nostra vita, che ci fa vivere i trent'anni senza farci uscire pienamente dall'adolescenza. l'alienazione negli anni duemila. ho bisogno di leggerlo, per sentirmi meno sola.


poi ho bisogno di un oceano d'amore, per far fronte al costante bisogno di poesia, che mica possiamo sempre e solo rimuginare su tutta la merda che.


infine, dopo una sfilza di titoloni, scendiamo un attimino a terra. una stella cadente in pieno giorno è uno di quei titoli shoujo che mi sono persa e poi mi sono pentita di essermelo persa. è che c'ho odio profondo verso i prezzi di flashbook che - a mio modestissimo avviso - non ripagano la qualità della roba che stampano. lo cerco usato da mesi, spero di poterlo trovare prima o poi.

2 commenti:

  1. Bitch Planet mi sembra fighissimo! Anche "Il muretto" e "Quello che sta succedendo" molto interessanti. "Un oceano d'amore" ho visto la quarta di copertina ed è troppo carina, ha addirittura gli ingredienti XD mi hai fatto ricordare che quand'ero piccola mi ero appassionata ad un serie della Danzinger, "Ambra Chiaro" e in uno di quei libricini la protagonista doveva scrivere la recensione di un libro sotto forma di una scatola di biscotti, quindi anche con le indicazioni nutrizionali, a me era sembrata una cosa geniale e mi chiedevo perché non le facessero fare anche noi cose così XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. troppa bella roba, vero?
      io molti di questi non sono nemmeno riuscita a sfogliarli perché li ho visti solo online, però questa cosa della recensione-scatola di biscotti mi sembra una megacicciofigatissima! *_*

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...