giovedì 8 settembre 2016

book blog tour "aiuto!" II tappa ~ intervista agli autori

benvenuti al terzo book blog tour organizzato da bao publishing, questa volta dedicato a un libro che vi incanterà, vi trascinerà in un meraviglioso bosco colorato pieno di adorabili animaletti mentre vi fa sudare freddo, contorcere le budella e magari farvi qualche domanda sul genere umano: stiamo parlando di aiuto!, un graphic novel decisamente fuori dagli schemi, scritto da isaak friedl e illustrato da yi yang.


prima di passare all'intervista, devo per forza scrivere due righe su aiuto!, mi ha colpita tantissimo, forse troppo, mi ha fatto pensare ehi! io una roba del genere ancora non l'avevo mai letta! e forse, in certi momenti avrei preferito non leggerla.
forse già sapete che sono sensibbbile come un cornetto algida in agosto lontano dal congelatore e sicuramente sapete che, nonostante non riesca a trovarmi troppo a mio agio insieme allagggente, non ho nessun problema a socializzare con quattrozampe e pelosi vari, verso i quali ci metto circa cinque secondi prima di innamorarmi perdutamente, sempre.
quindi, appena ho iniziato a leggere aiuto!, ho sentito qualcosa come una mano che mi afferrava lo stomaco e lo usava come una pallina antistress.
senza svelarvi troppo, aiuto! racconta la storia di un cucciolo di orso che vede morire la mamma per colpa di un cacciatore. l'uomo muore nello scontro con l'orsa, ma i suoi fratelli sono pronti a vendicarlo. al piccolo orso non resta che cercare di sfuggire alla furia cieca degli uomini, con l'aiuto di un piccolo, ma tosto!, scoiattolo e degli animali del bosco.
i cacciatori, mentre cercano il piccolo orso, compiono una vera e propria carneficina, ma mentre gli uomini si lasciano andare alla violenza cieca, stupida e furiosa, gli animali mostrano intelligenza, capacità di andare oltre le differenze, di fare squadra, di aiutare senza paura delle conseguenze, di essere umani (se proprio vogliamo intendere questa parola in modo positivo) molto più degli umani. capacità e qualità che soccombono solo davanti alle armi.
però, anche se fa male, è inevitabile amare questo libro, farsi venire voglia di regalarlo a tutti, di farlo leggere a chiunque per dare a tutti una strizzatina allo stomaco e magari alla coscienza.
per il resto, lascio la parola a isaak friedl e yi yang, buona lettura!
e ricordatevi di leggere per bene le regole per partecipare al giveaway, le trovate dopo l'intervista!

ciao isaak, ciao yi(*) grazie mille di aver accettato questa chiacchierata, e benvenuti su claccalegge! aiuto! non è il tuo primo lavoro, hai già pubblicato anche con tunué e hai partecipato a diverse autoproduzioni. però, correggimi se sbaglio, questa è la prima volta che affidi i disegni a qualcun altro.
I: Ciao Clacca! Hai ragione, Aiuto!, esclusa qualche storia breve, è la mia prima collaborazione in cui io scrivo e un’altra persona disegna.
isaak, come è stato vedere la propria storia disegnata da un altro artista (in questo caso yi yang)? pensi che ripeterai l'esperienza? (escludo dalla domanda il secondo volume di aiuto!, so che già avete cominciato a lavorarci).
yi per te è la prima volta che lavori con un altro artista? come ti sei trovata a lavorare con isaak?
I: Lavorare con Yi è stato, ed è, fantastico. Non solo raffigura esattamente quello che penso, ma anzi lo migliora, trasformandolo in qualcosa di più vivo, colorato e comunicativo. Per quanto riguarda la possibilità di vedere altre storie scritte da me con disegni altrui, posso dirti che sta succedendo anche in questo momento. Attualmente sono al lavoro su tre nuovi libri. Uno scritto e disegnato da me, due scritti da me e disegnati da altri. Purtroppo disegnare assorbe un enorme quantità di tempo quindi, se si hanno molte storie da raccontare, creare delle collaborazioni è necessario. Per il momento posso solo anticiparti che entrambi i lavori non hanno niente da invidiare alla qualità tecnica di Aiuto!
Y: È stata un esperienza bellissima, perché Isaak è super bravo e mi ha insegnato tante cose. Soprattutto è molto paziente e mi aiuta a capire come impostare il lavoro quando non ci capiamo. Mi piacerebbe un sacco continuare a lavorare con Isaak, e in generale mi piace collaborare con altri artisti. Trovo che ci sia sempre qualcosa di interessante da imparare dagli altri.
isaak, so che hai frequentato l'accademia a bologna, quanto è stata fondamentale l'accademia per la tua carriera di fumettista?
I: Sinceramente non ne ho idea. Senza addentrarmi in ipotesi complicate, direi che col senno di poi non avrei preferito frequentare nessun’altra accademia al mondo. Il che qualcosa vorrà pur dire. 
bologna è, nell'immaginario collettivo (e sopratutto nella mia testa!), la città ideale per gli artisti italiani, sopratutto per i fumettisti. anche per te è così? pensi che vivere e studiare in questa città ti abbia dato qualcosa di introvabile altrove?
I: Se si cerca bene, nulla è introvabile. Per quanto mi riguarda Bologna è un piccolo centro in cui è facile imbattersi in situazioni o persone interessanti. È una città che non teme confronti con le sue sorelle più grandi, ma che allo stesso tempo rende difficile perdersi o essere ignorati. È una bella città. 
parliamo di aiuto!, il tuo ultimo lavoro, realizzato insieme all'illustratrice yi yang.
aiuto! è un titolo più unico che raro, un libro che potrebbe anche trarre in inganno a prima vista (parleremo poi di questo) e che colpisce come una palla di cannone sparata dritta in pancia. da cosa è nata l'idea di questa storia? (a me hai portato immediatamente la storia di daniza, l'orsa uccisa dopo l'aggressione a un cacciatore, non so però quanto sia effettivamente ispirato da quell'evento.)
I: Non conoscevo il nome dell’orsa, ma ovviamente ne ho sentito parlare. Tuttavia per la stesura della storia, almeno a livello conscio, non ci ho pensato. Lo spunto della vicenda è nato intorno allo stile di Yi. Volevo creare qualcosa dai toni forti, che fosse in contrasto col suo stile fanciullesco. Da questa base sono arrivati gli animali e con loro il sangue e i cacciatori. 
per quanto aiuto! sia – grazie al cielo – tutto fuorché didascalico, hai lanciato un messaggio molto forte di critica contro la caccia, vista come la folle violenza che si contrappone allo spirito di fratellanza e amicizia degli animali nel bosco. ma aiuto! si può definire un "fumetto animalista", o la denuncia che fai è solo, se mi consenti l'espressione, l'effetto collaterale delle vicende narrate?
I: Non mi piacciono le etichette. Secondo me per essere contro la caccia, contro la caccia moderna, non serve essere animalisti ma basta ragionare con la propria testa. Personalmente, mentre lavoravo ad Aiuto!, non volevo lanciare nessun messaggio di denuncia, inteso nel senso classico del termine. Insomma chiunque sa che i cacciatori sono cattivi e gli animali vittime. Eppure esiste un confine tra le due cose che a volte, in maniera velata, si capovolge. A me interessava raccontare qualcosa a proposito di quel confine. 
la vera peculiarità di aiuto! sta nella dicotomia tra l'efferata ferocia delle azioni dei cacciatori e lo stile grafico che ricorda quello di un libro per bambini (esclusi i disegni dei cacciatori che sembrano voler trasmettere, anche nei loro tratti, una sorta di stupidità e ottusità che è tipica della violenza gratuita). perché avete ricercato questo effetto così spiazzante?
I: Per aumentare il contrasto brutale della vicenda, e per creare una forma di lettura in cui le immagini, teoricamente opposte al linguaggio che rappresentano, aiutano il lettore ad addentrarsi nella storia, per indagarla sotto un nuovo punto di vista.  
Y: Perché in quel periodo, quando ho conosciuto Isaak, ero pazza per le MATITE COLORATE. In realtà avevo cominciato da poco a usarle. Non sono una virtuosa, e secondo me i pastelli sono la tecnica che controllo meglio. Riguardo allo stile, volevo fare "una foresta nel sogno" come "Wonderland". Un luogo pieno di animaletti ridotti all’osso dalla sintesi e colori accesi che ti portano in un'avventura da sogno.
c'è qualche aneddoto sulla creazione di aiuto! che vorreste raccontarci?
I: Il migliore è la tendinite di Yi, presa a forza di colorare coi suoi pastelli magici! 
potete darci qualche anticipazione su cosa aspetta ai protagonisti di aiuto! nel prossimo libro?
I: Aiuto! per come è stato impostato, rappresenta l’antipasto. La portata principale, comprensiva di primo, secondo e dolce, sarà concentrata nel secondo volume. Un volume in cui ci saranno molti più esseri umani, molti più dialoghi, molti più temi, molte più pagine, e sopratutto molta violenza e dolcezza in più. Non necessariamente in questo ordine e non necessariamente da chi ce lo aspettiamo. 
grazie mille per la vostra disponibilità e per il tempo che avete concesso a me e ai lettori di claccalegge! un abbraccio e mille inboccallupo (o all'orso?) per i vostri prossimi lavori!
I & Y: Grazie a voi! 

* all'inizio avevo capito che avevo la possibilità di intervistare solo isaak, ho scoperto solo dopo che anche yi yang aveva letto le mie domande, e risposto... ma era troppo incasinato rifare tutta l'intervista, così non sono riuscita a chiederle tutto quello che avrei voluto! mi rifarò sicuramente con il secondo volume di aiuto!



e per finire, ecco il riassuntone/calendario con tutti i post book blog tour di aiuto!:
I tappa (6 settembre) ~ ever pop: introduzione al graphic novel e annuncio giveaway
II tappa (8 settembre) ~ a clacca piace leggere: intervista agli autori
III tappa (13 settembre) ~ read vlog repeat: videorecensione
IV tappa (15 settembre) ~ oh ma che ansia: presentazione dei personaggi
V tappa (20 settembre) ~ il giro del mondo attraverso i libri: di uomini, animali e altre storie

regolamento per partecipare al giveaway:
- mettere mi piace alla pagina facebook di bao publishing;
- diventare lettori fissi/seguire i blog/vlog partecipanti (qui tramite google friend connect, nella colonna alla vostra destra);
- commentare tutte le tappe del book blog tour;
- compilare il form con i dati (per il giveaway);
- condividere il book blog tour sui social;
- tenere le dita incrociate!

il givaway ha durata dal 6 al 20 settembre.
al termine del blog tour si procederà con l'estrazione del vincitore.

ne approfitto per ricordarvi che fino al 25 settembre tutti i titoli bao saranno in sconto del 25%! se siete in cerca di consigli per la lista della spesa, date un'occhiata qui!

23 commenti:

  1. passiamo anche di qui a leggere e scoprire questo bel lavoro di Isaak Friedl e Yi Yang :)

    RispondiElimina
  2. uuh anche io studio a Bologna sempre in ambito artistico e sapere che una persona come Isaak che seguendo la sua strada è riuscito a pubblicare questo fumetto, che non vedo l'ora di leggere, mi motiva :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in bocca al lupo per i tuoi studi! e per il giveaway ^^/

      Elimina
  3. Amo questo contrasto voluto tra lo stile grafico e la trama. Non vedo l'ora di leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è molto interessante in effetti! buone letture!

      Elimina
  4. Ciao Clacca! ^_^
    Ti capisco perfettamente: anche a me viene più semplice fare amicizia con pelosetti e *inserire numero*-zampe vari che con gli esseri umani, quindi sono stra-sicura che questo volume avrà su di me lo stesso effetto che ha avuto su di te.
    Parlando dell'intervista. Hai posto delle ottime domande: non conoscevo questi due artisti e grazie a te ho potuto farlo. Inoltre non sapevo che ci sarà un secondo volume! Le premesse sono grandiose-e-spaventose allo stesso tempo, ma l'argomento della caccia mi interessa molto (il motivo del mio interesse è stato riassunto perfettamente da Isaak Friedl: "Insomma chiunque sa che i cacciatori sono cattivi e gli animali vittime. Eppure esiste un confine tra le due cose che a volte, in maniera velata, si capovolge. A me interessava raccontare qualcosa a proposito di quel confine."), quindi leggerò tutto non appena mi sarà possibile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie ^^ sono felice di essere riuscita a fare delle buone domande!
      per il secondo volume, poi tenerti aggiornata, oltre che sulla pagina di bao e sulla mia, su quella dedicata proprio ad aiuto!: https://www.facebook.com/AIUTO-950439825037461/

      buone letture!

      Elimina
  5. Lo stile grafico è la cosa che mi affascina di più di questo lavoro, proprio il contrasto tra la tematica forte e l'aspetto fanciullesco dei disegni. Bella collaborazione tra i due autori!

    RispondiElimina
  6. Sono molto curiosa di affrontare questa lettura. Le tavole sono splendide e il contrasto parole-immagini è davvero molto interessante. Bella intervista 😊

    RispondiElimina
  7. Ho visto delle tavole in qualche video recensione su yt e devo dire che sono a dir poco fantastiche. Il lavoro fatto dai due autori è superbo!

    RispondiElimina
  8. Di solito non partecipo ai soliti giveaway ma questa iniziativa è bellissima e ben pensata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, spero che i ragazzi di bao passino a prendersi i complimenti, è tutto merito loro!

      Elimina
  9. Il tratto sembra davvero molto bello, come al solito, il catalogo Bao non delude!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il catalogo bao sarà il motivo per cui morirò di stenti.

      me lo farò incidere sulla lapide.

      Elimina
  10. Bell'intervista, molto interessante :) Trovo che come fumetto abbia uno stile molto originale!
    Alessio Belcastro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! sì, è abbastanza fuori dagli schemi!

      Elimina
  11. bella intervista, molto carina ;) personalmente invidio chi sa disegnare e fare fumetti. io vorrei ma non ne son capace!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie ^^

      come si dice dalle mie parti "nessuno nasce imparato", se vuoi diventare un autore di fumetti puoi cercare una scuola, ce ne sono molte che si occupano proprio di questo!

      Elimina
  12. Sono stati davvero carini gli autori, hanno risposto anche ad alcune mie curiosità...credo che amerò questa grafica, già ho visto alcune tavole stupende.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...