venerdì 9 dicembre 2016

book blog tour "raffles - caccia al ladro" ~ i personaggi

ammetto fin da subito che questo post mi ha creato non poca ansia negli ultimi tempi.
non sono una grande appassionata di gialli, non ho molta familiarità con il genere e temevo - e temo tutt'ora - che non sarei riuscita a rendere giustizia ad arthur j. raffles, il raffinato ladro gentiluomo creato dalla penna di ernest william hornung, protagonista di più di una ventina di racconti e un romanzo pubblicati in inghilterra tra il 1898 e il 1909, e adesso noto anche al pubblico italiano grazie a casasirio, l'editore che grazie all'ottima traduzione di chiara bonsignore, ha dedicato due, fino ad ora, raccolte di racconti a mister raffles.


raffles - caccia al ladro è la seconda raccolta di avventure di raffles (e io devo ancora recuperare la prima, cosa che spero di fare prima possibile perché nonostante, come dicevo, io non sia una grande appassionata di gialli, le scorribande di questa affascinante canaglia mi hanno appassionata parecchio), in cui troviamo raffles costretto a nascondersi, a farsi passare per mister maturin, un povero vecchio malato, un invalido dal pessimo carattere e bisognoso di cure, la migliore delle scuse per avvicinare di nuovo il suo amico e compagno di ruberie bunny, al secolo harry manders, e ricominciare a darsi da fare.

arthur j. raffles
protagonista dei racconti di hornung, è il classico ladro gentiluomo: elegante, affascinante, ben educato, sa mischiarsi con disinvoltura negli ambienti bene.
ama giocare a cricket e non rinuncerebbe mai e poi mai ai piccoli piaceri della vita, come un buon liquore o una sigaretta delle sue preferite.
nonostante sia un ladro, ha un rigido codice etico, per cui non ruberebbe mai ai suoi ospiti né meno che mai a chi si ritrova già in situazioni economiche non eccelse. raffles non usa la violenza per mettere a segno i suoi colpi, esattamente come si conviene a un vero gentiluomo.
rubare, per uno come raffles, non è qualcosa che si limita esclusivamente ad approriarsi di qualcosa di valore, ma più una sfida contro sé stesso per riuscire a compiere furti che siano il frutto perfetto di astuzia, ingegno e capacità fisica: il furto come un'opera d'arte insomma, ma che sia anche divertente.
dotato di una capacità di autocontrollo incredibile, nonostante spesso si ritrovi in situazioni pericolose, riesce sempre uscirne grazie al suo sangue freddo.
eppure non è certo un uomo di ghiaccio, anzi, in la sorte di faustina, lo scopriamo capace di amare in modo appassionato e sincero, di sapersi lasciar coinvolgere dal dolore, dalla rabbia e dal desiderio di vendetta.
raffles è insomma un personaggio che, per quanto negativo, non può che affascinare per i suoi modi, la sua diabolica abilità, la sua eleganza, il buon gusto e la giustificatissima mancanza di modestia.

locandina del film raffles del 1925

raffles è uno dei primi ladri gentiluomini della letteratura, un personaggio che all'inizio del secolo scorso ebbe parecchio successo, tanto da guadagnarsi diverse trasposizioni cinematografiche, film per la tv, serie trasmesse in radio e addirittura spettacoli teatrali.
athur conan doyle, famosissimo creatore di sherlock holmes nonché cognato di hornung dovette ammettere la raffinatezza dei racconti di raffles, nonostante sostenesse che "il criminale non dovrebbe mai essere l'eroe".
ma come fare a resistere?

bunny manders
compagno e braccio destro di raffles, bunny è la voce narrante dei racconti.
nonostante bunny sia più giovane di raffles, i due si sono conosciuti alla stessa public school e da allora su di lui non ha smesso di far presa il fascino, indubbiamente pericoloso, di raffles.
bunny è decisamente più ingenuo e meno brillante del suo maestro, e ha meno sprezzo del pericolo, ma è legato a raffles da un affetto e un'ammirazione sincera e senza freni.
quando racconta le avventure di raffles, bunny lascia emergere tutte le sue emozioni e da voce ai sentimenti che raffles cerca di reprimere ma che non sfuggono a un occhio sinceramente attento.
allo stesso modo, raffles è altrettanto sinceramente legato a lui: si può dire che sono indispensabili uno all'altro e più volte si sono tolti da guai molto seri a vicenda.
in caccia al ladro, a bunny tocca recitare il ruolo di infermiere personale di mister maturin, la nuova identità segreta dietro la quale si nasconde raffles, ruolo che gli si adatta perfettamente.
la sua lealtà e l'assoluta fiducia che ripone in raffles, fanno di lui il complice ideale.

calendario del blog tour!
martedì 29: la leggivendola ~ appunti dall'intervista a a. j. raffles (e al suo fedele aiutante)
venerdì 2: papermoon ~ l'etica del criminale gentiluomo
martedì 6: una banda di cefali ~ intervista a chiara bonsignore
venerdì 9: a clacca piace leggere ~ i personaggi
martedì 13: letture sconclusionate ~ (coming soon)
venerdì 16: i dolori della giovane libraia ~ (coming soon)

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...