domenica 9 agosto 2015

ekhö ~ mondo specchio: new york - parigi

nel 2000 la favolosa coppia barbucci/canepa aveva iniziato sky doll, uno dei miei fumetti preferiti di sempre. e ancora oggi aspetto (aspettiamo!) la conclusione.
nel 2010 l'ormai defunta planeta pubblica il primo numero di chosp, sempre di barbucci, e qualche tempo dopo bao publishing da alla luce il secondo volume. ci sarà altro? il progetto è stato abbandonato? non si sa nulla.
sempre per bao publishing, nel 2010 è uscito il primo volume di lord of burger, tra i cui creatori c'è il nome di alessandro barbucci. di questa serie da anni si parla di una versione definitiva e completa di tutti gli episodi (chi ha comprato il primo volume se lo può anche fumare) della quale ancora però nessuno ha visto nulla.
poi, nel 2012, usciva il primo volume di end, di barbara canepa e anna merli. ovviamente stanno lavorando al secondo volume, e per chi se lo fosse perso, la canepa è anche al lavoro, insieme isabella mazzanti, a un nuovo progetto dal titolo mina diaries. ho chiesto informazioni sulla sua pagina e sì, sarà pubblicato in italia, non si sa quando né da chi (anche se manco a dirlo, io penso proprio che si tratterà di bao).


sentite puzza di polemica? vi state chiedendo che fine abbiamo fatto in tutto questo tempo? vi siete già rotti le scatole e volete sapere quando comincio a parlare di ekhö?
bene: sì, sto per fare polemica. nell'ultimo mese circa siamo spariti tra casini vari, caldo spossante e almeno per quanto riguarda la sottoscritta una sana botta di depressione del tipo non sono in grado di fare nulla voglio morire. che sta vagamente passando, altrimenti mica stavo qui a scrivere. e di ekhö comincio a parlarne adesso.

ekhö è, per l'appunto, l'ultimo lavoro di alessandro barbucci, uscito in italia in due versioni: la prima, il cui titolo completo è ekhö - mondo specchio - new york, completamente in bianco e nero, e la seconda, ekhö - mondo specchio - new york - parigi, a colori. sinceramente non mi è piaciuta questa scelta di bao di far uscire il primo capitolo solo in bianco e nero e poi il secondo capitolo insieme al primo e a colori. senza contare il fatto che manca anche la numerazione. sì, perché ovviamente la serie continua: in francia è uscito anche un terzo capitolo, ambientato a hollywood e a quanto si scopre stalkerando barbucci sulla sua pagina fb, il quarto capitolo - al quale sta lavorando - sarà ambientato a barcellona. si spera che bao aspetterà l'uscita del quarto volume e proporrà una confezione simile a quella già edita (onde evitare vaccate tipo l'incredibile differenza tra i due volumi di chosp - trovate la foto cliccando al link di cui sopra).
intanto qui ci sono le cover dell'edizione francese (per l'edizione italiana si è scelta la seconda)


certo, pubblicando due volumi insieme si risparmia sulle spese e di conseguenza il volume costa meno (lo dico io prima che qualcuno lo scriva nei commenti) però sarebbe taaanto carino che fosse così anche per gli episodi successivi. e ora tutti a pregare che la serie non si concluda con un numero complessivo di episodi dispari.

per ritornare al punto iniziale della questione: con un capolavoro tra le mani come sky doll e con una simpaticissima e originalissima serie come chosp in corso... era necessario lanciarsi così su un nuovo lavoro? non me ne voglia barbucci, per carità, non sarà un caso che ho comprato qualsiasi cosa che abbia mai disegnato, ma personalmente ritengo ekhö un gradino sotto chosp e svariati piani di scale sotto sky doll. e avrei preferito di gran lunga la continuazione, e ancor di più il finale, degli altri due titoli.
ma siccome nonostante mi faccia dannare da quindici anni, io adoro i suoi disegni, mi sono consolata con questo (ovviamente ho preso il volume con i due capitoli insieme).

*attenzione! possibili (no, ci sono proprio) spoiler!*
cosa succede se prima di un incidente aereo una strana creatura simile a uno scoiattolo troppo grosso si mette a parlare con uno dei passeggeri?
che, anziché cominciare a dibattere sull'abitudine di servire drink alcolici, ci si trova in un mondo parallelo - il mondo specchio, appunto - in cui le cose non sono esattamente come le conosciamo: ci sono draghi, i telefonini sono inutili, l'elettricità non esiste, i vagoni della metropolitana hanno le zampe e saper cacciare è una grande risorsa.
e qui che vengono catapultati formicola grattuglia e yuri podrov, grazie all'intervento di un preshaun, l'animaletto simpatico (mica tanto poi...) e carino che era apparso sull'aereo.
qui formicola (gran bel nome!) eredita l'attività di una zia morta da poco, una compagnia di artisti, tra cui spicca una coppia di ballerine/spogliarelliste gemelle (ma non sul serio) che da l'ennesima possibilità alla matita di barbucci di disegnare quelle donnine prosperose e sensuali che fanno sospirare di nostalgia (chi ha letto sky doll capirà).
se tutte le stranezze di questo mondo non dovessero bastare, formicola scopre di avere lo strano potere di ospitare l'anima di gente morta da poco e di riuscire a chiarire i misteri legati alla loro scomparsa, cosa che le permetterà addirittura di salvare l'intera francia (nel secondo episodio).
*fine spoiler*

oltre all'aspetto un po' da giallo e alle signorine conturbanti che costellano praticamente tutte le tavole, ekhö è un fantasy divertente, leggero, a volte comico, con personaggi e situazioni lontani anni luce da quelli di sky doll. anche se i prossimi episodi dovessero uscire tra dieci anni, non credo che staremo a soffrire più di tanto per la smania di leggerli. certo, è pieno di domande senza risposta, e il futuro di formicola e yuri è abbastanza incerto, ma sono personaggi troppo poco psicologicamente affascinanti per poter mettere il lettore nella situazione in cui scatta l'innamoramento per loro e per la storia.

in buona sostanza, è consigliato esclusivamente a chi è un fan dell'autore (visto il prezzo non proprio da niente, anche se cercate solo una letturina leggera, credo sia il caso di buttarsi su altro).

9 commenti:

  1. Io per ora ho letto solo Ekhö di Barbucci (a parte Witch e MA ai tempi) e sono pratiamente morta sulla bellezza dei disegni. La storia è simpatica, non mi è dispiaciuta affatto, ma anche da sole le tavole raccontano tutti i mondi e niente, mozzano il fiato. Avevo anche cercato i volumi di Skydoll ma il prezzo molto alto mi ha fatto rimandare l'acquisto. Trovo un'ottima idea aspettare la pubblicazione del quarto episodio per fare uscire anche quello e il terzo insieme come i primi due, speriamo facciano così >_ <

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh dunque: recuperare sky doll allora è un obbligo morale! bao - se non ricordo male - ha pubblicato sky doll decade 00>10: dentro ci sono tutti gli episodi usciti, prendilo assolutamente! io l'ho comprato appena uscito in francia per avere le illustrazioni extra anche se avevo tutta la serie!

      Elimina
    2. E' sicuramente una di quelle cose che VANNO prese, infatti è solo rimandato a un momento in cui avrò un po' meno di acquisti in corso *_*

      Elimina
  2. ps: io aspetto sempre il famigerato post sul femminismo moderno, eh *risata satanica*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uhuh, ricordo bene! ovviamente, per chi non sapesse di che si parlava, era una critica alle donne che "sono sciatta dunque sono femminista, odio essere femmina, voglio essere maschio e quindi sono femminista". arriverà.
      però ti anticipo che nei prossimi giorni arriva un post che a) parla di un libro bellissimo; b) un po' affronta in modo un po' più seria la questione circa il ruolo femminile. mi piacerebbe ne nascesse qualche riflessione poi! quindi ti aspetto! ^^

      Elimina
    2. Perfetto, aspetto con piacere il post! ^^ In questi giorni mi sono trovata davanti a tradimento delle robe che mi hanno fatto venire la nausea, leggere pareri con un senso al riguardo sinceramente mi farebbe piacere XD (ieri: Pocahontas 2 sarebbe un film con "il messaggio più bello" perché lei sfancula John Smith per mettersi con un ragazzo introdotto nel sequel con idee più in linea con le sue su ciò che vuol fare nella vita. Secondo quest'ottica il film acquisterebbe valore in base a una scelta perfettamente normale in quel contesto e tutto questo da sé lo renderebbe un film degno. CONTATECI)

      Elimina
  3. uffa!!! non riesco a usare il form di risposta! ;_; vabbé, scrivo qui.
    dunque, a proposito di sky doll, tra qualche giorno se ne parlerà anche sul blog e su fb ne ho già accennato, ma *claccatentatrice mode ON* tra fine agosto e fine settembre ci sarà lo sconto del 25% su tutto il catalogo bao. magari ne vuoi approfittare... *claccatentatrice mode OFF*

    poi, non ho capito la questione pocahontas. è una figata solo perché lei lascia lui e si mette con un altro?
    ma esattamente lagggente che parametri di valutazione artistica ha? X°D mi fa pensare alle ragazzine che beccavo in fumetteria che leggevano inuyasha (o fumetto random) perché luiètroppobbbono. ah. e la storia? i disegni? la trama? eh???.

    ohhhmadre! *sono una snob del cavolo, no no, non sono snob io, siete scemi voi, uhuhuh*

    RispondiElimina
  4. OTTIMO per quanto riguarda lo sconto! Andrò sicuramente a controllare.

    Per quanto riguarda Pocahontas 2, in pratica lei alla fine invece di scegliere John Smith, che vuole continuare a girare il mondo, si mette con un ragazzo incontrato in Inghilterra, che invece è disposto a tornare a vivere nel villaggio insieme a lei. Ora, secondo una tizia e altre 56 tizie che le hanno lasciato il like (mi è rimasto in mente il numero da quanto ero allucinata davanti a quel commento X'D) il fatto che lei scelga questo ragazzo invece di John Smith, rifiutandosi di andare con lui solo perché lo ama e decidendo invece di tornarsene a casa con quell'altro che è disposto a passare la vita al villaggio, sarebbe "il messaggio più bello". Ah, e la stessa tizia diceva che le è piaciuta moltissimo la storicamente accurata canzone di una cameriera a Pocahontas in cui la vuole persuadere a comportarsi da donna occidentale sottomessa.

    Non importa che il film sia qualitativamente Urendo (unica cosa che hanno ammesso) e che c'incastri con il primo come i cavoli a merenda, è bello per i motivi di cui sopra, punto e basta. E il commento dava proprio a intendere che quel messaggio era tantiiiiiissima roba anche per i giorni nostri e la nostra società, eh, non solo nel contesto storico del film.
    Non è ovvio che una donna faccia quel che le pare, no, è una cosa per cui c'è da battere tutte le mani estasiate e da sola giustifica un film.

    Ho provato una tristezza per queste tizie che giuro non ti so descrivere. Io spero tantissimo che seguano semplicemente la moda nel momento nel dire "sìsì hai ragionissima" a commenti del genere, perché altrimenti, se per loro che una scelga lo stile di vita che le piace di più piuttosto che l'uomo di cui era innamorata è un messaggio di speranza e non una scelta personale come un'altra, ho sinceramente PAURA di che razza di vita devono aver vissuto finora. L'Italia hai i suoi problemi con le mentalità arretrate e ancorate al Medioevo, non ci piove, solo che per arrivare a un livello del genere... t'immagini che vita dovrebbero aver vissuto finora?

    Io sinceramente preferisco tremila volte le ragazzine con l'ormone in palla - sono stata una di loro e non lo rinnegherò mai, mi sembra una normalissima fase della crescita, che peraltro mi ha fatto scoprire, insieme a tante cavolatine, altre splendide, provate proprio perché mi attirava uno dei personaggi principali. Almeno loro non cercando di ammantare e nobilitare le loro scelte con uscite alla "è per un bene superiore".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, il punto sulla questione pocahontas penso sia sempre lo stesso: prendere una situazione abbastanza scialba e renderla esempio di alta moralità e - nel caso specifico - espressione di massima ribellione femminista.
      personalmente penso che lasciare qualcuno e innamorarsi di qualcun altro con cui condividi un sogno... sia la cosa più normale del mondo. capita di non amare più qualcuno, capita di capire tardi che una persona non è quella giusta. e al contempo capita anche di conoscere, anche poco dopo la fine di una storia, o anche nel periodo in cui capisci che non andrà avanti, una persona che ti fa stare bene, ti fa innamorare, con la quale hai progetti in comune.
      tutto qui.
      non mi sembra un grande esempio di emancipazione femminile, mi sembra solo che sia una situazione possibile...
      bah...

      sulle ragazzine con l'ormone in palla siamo d'accordo... almeno fino a che si parla di ragazzine XD le trentenni con l'ormone in palla per un personaggio immaginario mi fanno un po' strano.

      in ogni caso, qualsiasi cosa si possa pensare che si fa "per un bene superiore" è sempre e comunque una vaccata. amen.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...