lunedì 14 dicembre 2015

dieci shoujo manga imperdibili o quasi (secondo claclina) - seconda edizione ~ 2010/2015

era da tanto che non facevo un post fuffoso come questo, mi scuso per l'alta dose di fuffosità di quello che state per leggere, però era da tanto che pensavo di fare una lista del genere. oltretutto è passato tanto da quando ho scritto la lista dei dieci shoujo manga imperdibili e quella dei dieci serie manga imperdibili anche se... quindi potete perdonarmi no?

ho pensato di fare una sorta di classifica degli shoujo (anche se ci sono pure dei josei in mezzo) più belli degli ultimi cinque anni, quindi quelli pubblicati dal 2010 ad oggi. ho escluso le serie che sono appena ai primi numeri, e ovviamente non ho incluso roba che mi manca e per la quale rosico tantissimo (una stella cadente in pieno giorno, ali di farfalla, orange eccetera...) ma che spero di recuperare presto. insomma, sono i dieci che mi sono piaciuti di più tra quelli che ho letto. una roba che più arbitraria non si può. sulla base di questi (e di quelli che trovate nei link di cui sopra) se vi va lasciatemi qualche suggerimento tra i commenti! non che sia facile recuperare serie al momento, ma sognare è sempre bello.

metterli in ordine di preferenza è stato difficile, sopratutto per determinare una sorta di podio, perché sono tutti titoli che mi piacciono parecchio, quindi ho evitato di pensarci troppo e di decidere nel modo meno razionale possibile. quindi praticamente, quelli che stanno nelle posizioni più alte sono quelli che mi fanno fangirleggiare di più, e non quelli più "belli".

10 - seiho high school men's di izumi kaneyoshi

come sono le storie d'amore liceali da shoujo manga viste da un ragazzo. o meglio: come, secondo le ragazze, i ragazzi vivono gli amori liceali. insomma, un capovolgimento dei punti di vista (ripreso di recente da rainbow days) che mi ha divertita parecchio. ho sempre detestato gli shounen romantici, visto che spesso e volentieri di romantico non hanno praticamente niente e sono solo un esplosione di ormoni e culi tette più o meno immischiati ad altri elementi che ne fanno una storia (l'unico che recupererei dei pochi che ho letto ma che non ho è video girl ai, ma non rientra tra le priorità al momento), ma proprio non fanno per me. seiho high school men's ha il vantaggio di essere anche affatto volgare o di cattivo gusto, oltre che divertente e a suo modo romantico. non è che sia il capolavoro del millennio, però se vi capita leggetelo, è davvero carino.

9 - kuragehime di akiko higashimura

per essere precisi, kuragehime è un josei. ma ho deciso di metterlo in lista perché nonostante l'odio che ho sviluppato nei confronti dei josei (se vi ricordate ne avevo parlato qui), questo mi piace parecchio. non si può essere troppo fiscali, su...
quello che mi fa piacere tantissimo questo manga è che a differenza degli altri - pochi - josei che ho letto, non cerca affatto di dare un'immagine della giovane donna comune in cui dovremmo/potremmo rispecchiarci tutte noi, ma che anzi presenta personaggi assolutamente folli e poco probabili (almeno fuori dal giappone. spero): un gruppo di donne otaku (nel senso reale del termine, che non è quello usato bimbominkiescamente per definire una persona che ha letto tre manga nella sua vita e il sabato sera si crede alternativo perché mangia al ristorante cinese, ma quello di appassionato/ossessionato da un solo e unico argomento di cui praticamente conosce ogni minimo dettaglio, mentre si disinteressa di tutto il resto, compresi lavoro e vita sociale), un giovane politico tanto ingenuo da sembrare un idiota e il suo fratellino minore appassionato di moda e con l'hobby di travestirsi da donna.
oltre che farci assistere alla storia d'amore più goffa della storia, la higashimura ha scritto una bellissima storia di riscatto di alcune ragazze emarginate che riescono, con i loro sforzi, a creare un brand di moda e ad avere successo in un ambito a cui non avrebbero mai neanche osato avvicinarsi col pensiero. nonostante sia un manga tendenzialmente comico, kuragehime affronta quello che penso sia un problema serio per la società nipponica, e, da occidentale che sconosce completamente cosa possa significare vivere secondo i ritmi e le regole giapponesi, mi sembra che ci riesca bene, anche se in modo leggero e divertente.
ah, dimenticavo: adoro i disegni della higashimura!

8 - elettroshock daisy di kyosuke motomi

premetto che non ho ancora finito la serie. devo recuperare gli ultimi tre volumi, sa il cielo quando ci riuscirò, e devo anche rileggermelo tutto, perché alcune cose non le ricordo benissimo. però lo inserisco nella lista perché in elettroshock daisy ci sono un sacco di belle cose: una storia d'amore che si sviluppa in modo spontaneo e verosimile tra due persone legate da un destino decisamente non ordinario, ci sono siparietti comici, ci sono momenti drammatici, scene d'azione, personaggi ben caratterizzati... è un titolo che va oltre i soliti cliché, che sconfina nella spy story e nel thriller, senza però perdere del tutto il fattore romanticismo. appassionante, spero che quando riuscirò a terminarlo non mi deluda... voi non fatemi spoiler!

7 - il fiore millenario di izumi kaneyoshi

non amo troppo i fumetti ad ambientazione storica, sopratutto i manga, parecchi mi hanno delusa (ooku su tutti, mi vengono ancora i brividi quando ci penso... eppure all'inizio mi piaceva parecchio!), invece il fiore millenario mi ha rapita completamente. ok, c'è la componente intrighi di corte e nobili pazzi e sanguinari, ma non si ferma solo a quello. mi piace da morire la protagonista, a-ki, una ragazza intelligente, forte e determinata, che nonostante il suo passato tragico e il suo presente complicato, nonostante si ritrovi in una società iper-maschilista, riesce a farsi valere e a dimostrare di non essere meno di nessuno, di meritare il ruolo di sovrana che le è stato usurpato. e poi c'è la storia d'amore con hakusei che è bellissima davvero. e sono fantastici anche i disegni.
insomma, non c'è un solo motivo per cui non dovreste leggerlo.

6 - love button di maki usami

con questo titolo entriamo nell'ambito del fangirleggiamento puro e crudo. dire che love button sia pieno di cliché da shoujo manga è riduttivo: love button è la quintessenza del cliché da shoujo manga, non gli manca nulla ed è un continuo lanciare gridolini soffocati praticamente ad ogni scena. ne ho abbondantemente parlato man mano venivano pubblicati i volumi (cliccate qui per trovare tutti i post) ma mi sono accorta di aver saltato proprio il dodicesimo numero... vabbè, l'happy ending era scontato, no?
ah, ovviamente, se vi piacciono le storie dolci anche se non troppo originali, insieme a love button vi raccomando tutto ma proprio tutto quello che è stato pubblicato di maki usami. e se poi volete collaborare, potreste anche voi fare qualche sortilegio per convincere una qualsiasi casa editrice a pubblicare sekai wa happy de dekiteiru.

5 - arrivare a te di karuho shiina

arrivare a te ormai è praticamente uno dei nuovi classici per quello che riguarda il genere. la storia la conoscete, credo, tutti: lei è ipertimida e un po' inquietante, lui è solare e pieno di amici, si innamorano e, niente, una delle storie più dolci di sempre. ma anche una delle storie più lente di sempre. ma a me piace tantissimo, anche se è una serie luuunga e leeenta. e non finirà mai.

4 - jammin' apollon di yuki kodama

anni '60. musica jazz. primi batticuori e nuove amicizie. jammin' apollon è tutto questo e anche di più, una delle più belle storie degli ultimi anni, raccontata con stile e poesia da yuki kodama, autrice della quale spero possa arrivarci altro presto. consigliatissimo anche l'anime che ha una stupenda colonna sonora. qui trovate alcuni post in cui avevo commentato i primi volumi.
sen ha rubato il cuore di molte di noi

3 - strobe edge di io sakisaka

prendere i luoghi comuni più luoghi comuni della storia degli shoujo manga e tirarne fuori un gioiellino: ecco in poche parole cos'è strobe edge. i cliché ci sono tutti, ma proprio tutti, eppure la storia è gestita in modo che ogni cosa appare naturale, spontanea e plausibile.
ninako, la protagonista, è una ragazza così normale da essere quasi anonima. e non si trasforma in una strafiga grazie a the power of love, non si ritrova ad affrontare schiere di gente pazza che vuole a tutti i costi mettersi fra lei e il suo amore, niente bulli, amici normali, tutto plausibile.
lui, ren, è sì figo, ma è un figo plausibile. la loro storia è plausibile. è tutto molto realistico, probabilmente simile a tante altre storie, e proprio per questo è bellissima, perché io sakisaka sa realmente esprimere la bellezza delle piccole cose e delle situazioni quotidiane, sa che la spettacolarità dell'amore sta nell'amore stesso e non negli eventi straordinari che potrebbero verificarsi.
quindi inchiniamoci davanti a sua maestà io sakisaka, la nuova regina degli shoujo manga.

2 - natsume degli spiriti di yuki midorikawa

recuperone recentissimo per me il manga, anche se anni fa mi sono sciroppata quattro stagioni della serie animata. natsume degli spiriti è assolutamente delizioso, poetico, elegante, squisitamente malinconico e molto molto giapponese: per quanta azione ci sia a volte, è uno di quei rarissimi manga che ti chiedono di essere messi da parte per rimanere a pensare a te stesso e al tuo rapporto con il mondo. natsume ha da sempre la capacità di vedere quelli che vengono chiamati yokai, gli spiriti. questo non ha fatto altro che causargli problemi. orfano, sballottato da un parente all'altro, nessuno gli crede quando dice di vedere qualcuno, tutti reputano il suo atteggiamento spaventoso ed egocentrico. senza famiglia e senza amici, fino a che la sua vita non prende una piega diversa: i signori fujiwara, lontani parenti, gli chiedono di andare a vivere da loro in campagna. qui natsume libera per caso madara, un potente spirito che è stato sigillato, con il quale fa un patto: madara, sotto le pucciosissime sembianze di nyanko sensei, lo proteggerà dagli attacchi degli altri spiriti, e alla morte di natsume erediterà il taccuino degli amici, oggetto appartenuto a sua nonna reiko - che come lui poteva vedere e parlare con gli spiriti, che contiene i nomi di moltissimi spiriti, e che quindi permette di controllarli.
circondato da un ambiente finalmente non più ostile, in quella che per la prima volta può davvero chiamare famiglia, con degli amici - umani e no - natsume comincerà a rendersi conto che gli spiriti non sono tutti uguali e che molti di loro agiscono proprio come gli uomini: mossi tutti dallo stesso desiderio di non rimanere soli e di proteggere e aiutare coloro che amano.
b e l l i s s i m o.

1 - a un passo da te di io sakisaka

ovviamente al primo posto c'è aoharaido, in italia a un passo da te, uscito praticamente subito dopo strobe edge, sempre di io sakisaka. il discorso fatto per strobe edge vale anche per questo titolo, ma qui secondo me l'autrice si è superata: bellissimi personaggi, scene indimenticabili, momenti da infarto e nuche odorose. praticamente l'apoteosi del fangirleggiamento, uno degli shoujo manga più belli di sempre. adesso ho davvero bisogno dell'annuncio di omoi, omoware, furi, furare!

come per tutti i meme: prendetene e scrivetene tutti. sono curiosa di sapere cosa vi è piaciuto di più dell'ultimo lustro. ovviamente, io ho limitato la mia classifica solo agli shoujo, ma se volete potete cambiare genere: manga in generale, fumetti occidentali, disney, graphic novel, insomma quello che vi pare. l'unica cosa che vi chiedo è di avvisarmi qui nei commenti (niente spam per favore!) così vengo a leggere i vostri post, che sono curiosissima!

10 commenti:

  1. Dei dieci shoujo da te citati ne ho letti ben cinque...Dai, non è male come risultato!
    Meme carinissimo, mi sa che ti rubo l'idea (si sa che le classifiche vanno alla grande a fine anno!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uhhh! sì!!! fallo fallo, che sono curiosissima! XD così comincio a rosicare magari per roba che mi son persa XD

      Elimina
  2. Ne ho letti sei! Il fiore millenario l'ho appena iniziato a dire il vero ma già il primo volume mi ha incantata, spero poi di leggere presto Strobe Edge, ho adorato A un passo da te, davvero la Sakisaka è una delle migliori mangaka shoujo in circolazione. Meme molto carino, lo prenderò per il mio blog visto che sono in tema, dato che è dedicato agli shoujo ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uh bene *_* verrò a leggerlo sicuramente! ♥

      Elimina
  3. Mi ispirano tantissimo quelli di Io Sakisaka e Il fiore millenario! Di Arrivare a te ho letto i primi numeri e prima o poi giuro che lo riprenderò...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. consiglio spassionato (non è vero, è appassionatissimo!): recupera tutto! *u*

      Elimina
  4. Condividiamo l'apprezzamento per un sacco di titoli come già sai XD E mi hai fatto tornare la voglia di provare l'anime di Jammin' Apollon e riprendere il povero primo volumetto di Natsume, in attesa di essere terminato da un tot >.< A un passo da te se dici che merita così tanto magari la provo (le nuche odorose però?? XD)... dopo aver trovato Il canto delle stelle però è_é

    Sto per tornare a casa e vorrei davvero fare un bel post sugli acquisti di Lucca che ho letto, ma finito quello mi butterei con piacere su un post di questo tipo ** (così darei anche una bella svecchiata al blog che poverino va a rilento da troppo)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. povero natsume! guarda che è una serie bellissima, ti innamorerai! anche jammin' apollon, merita tantissimo! che poi ora che ci penso, a proposito di anime da vedere, ho your lie in april che mi aspetta da mesi... tu l'hai visto?

      ah, le nuche odorose XD era una roba che si era tirata fuori sul forum ai tempi in cui la sakisaka non se la filava nessuno, e le sue opere si trovavano solo in scan (n inglese, ovvio). comunque a un passo da te è bellissimo. magari spuntasse fuori qualche shoujo bello come quello! gli ultimi che sto leggendo sono carini, ok, ma non arriviamo a questo livello di bellitudine!

      aggiorna il blog! sono curiosissima di vedere che hai preso a lucca! e sono curiosa anche di leggere la tua classifica XD

      Elimina
  5. Per essere una classifica shojo ne conosco e ne ho letti parecchi per i miei standard! XD
    Allura...Kuragehime piace tantissimo anche a me ed è un peccato che le uscite italiane siano state così tormentate ç_ç adoro tutti i personaggi e mi piacciono tutte le coppie proposte, quindi non so chi scegliere! °A°
    Sehio High School lo vorrei provare perchè questo punto di vista diverso dal solito si prospetta divertente!
    Elettroshock Daisy...mi è piaciuto, anche se la prima parte di più. Negli ultimi volumi secondo me l'autrice si è lasciata prendere un po' troppo la mano e ci sono state cose troppo, ma troppo assurde secondo me. Però è una bella serie e fa ridere tantissimo alla fin fine XD
    Il fiore millenario lo legge la sorella e penso che prima o poi lo proverò, perchè sembra un poco più avventuroso e lo sfondo storico aggiunge un quid in più per quelli che sono i miei gusti soliti.
    Strobe Edge, come dici tu, pur essendo un cliché vivente shojo mi è piaciuto. Non lo definirei tra le mie letture preferite, ma per appartenere ad un genere di cui non sono una lettrice accanita, mi ha comunque presa. Il problema con queste serie scolastiche triangoloso è che io tifo sempre per la persona sbagliata. E con persona sbagliata non intendo il "terzo incomodo" ma proprio gente a caso! A me piaceva il tipo della tifoseria, per dirti X''D non riesco a stare al gioco!
    Di Arrivare a te ho visto l'anime ed è tenerissimo! Il manga però passo perchè sono davvero troppi volumi per i miei standard da shojo scolastici XD Di Apollo invece ho visto l'anime e recuperato il manga, ma devo ancora leggerlo (vergogna!)
    Natsume vorrei provarlo pure perchè penso mi piacerebbe :D
    Di Ao Haru Ride ho visto i primi episodi dell'anime, ma non mi ha convinta affatto. Magari il manga è diverso, non saprei...io volevo prendere tutti a badilate ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io devo ancora finirlo elettroshock daisy ;_; mi mancano tre miserabili volumetti! solo tre!

      il fiore millenario ti piacerebbe perché c'è poco di scuoricinoso e molto di... tutto il resto: casini politici, combattimenti, storie di personaggi secondari... insomma, secondo me fa parecchio per te!

      leggi sakamichi! ti piacerà tantissimo!!!

      aoharaido è mooolto shoujoso e scuoricinoso, tipo strobe edge direi, ma la storia c'entra poco. a me è piaciuto tantissimo, però se non ami questo genere di storie non saprei se consigliartelo.

      natsume invece è un must per te. zero scuoricinamenti, atmosfere bellissime, tanta avventura e poesia!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...