giovedì 4 gennaio 2018

musica e libri book tag

cosa c'è di meglio di un bel meme per iniziare l'anno? e poi questo, che mi ha passato carla di tararabundidee, mi è sembrato subito divertente.
certo, poi sono entrata in crisi perché non avevo idea di cosa rispondere, sopratutto perché non amo leggere con la musica in sottofondo (mi piaceva un sacco quando ero più giovane... sarà un brutto segno?) quindi non associo facilmente le due cose, però ce l'ho fatta. più o meno. ugh...

#1 libro preferito in cui sono coinvolti elementi musicali:
anche se i musicisti e le canzoni non sono musicisti e canzoni vere, dico uno dei miei libri preferiti di sempre: la terra sotto i suoi piedi di salman rushdie, libro che amo follemente da quasi vent'anni ormai, che racconta la storia d'amore più assurda e meravigliosa del mondo, quella di ormus cama e vina apsara, novelli orfeo ed euridice, raccontata dal fotografo ray merchant, tra india, inghilterra, messico e america.
un romanzo meraviglioso che è un po' saga familiare, un po' poema (pop)epico.

#2 personaggio preferito che ha a che fare con la musica:
direi la vina apsara di cui prima, meravigliosa come una dea pagana e votata alla distruzione come l'ultima del tossici accasciati in un vicolo buio, ma per non ripetermi tiro in ballo l'altrettanto adorata nana oosaki, dell'omonimo capolavoro di ai yazawa (sì lo so che non è terminato, lo so che forse non lo sarà mai, ma io la amo follemente lo stesso).
nana è il frutto capriccioso del talento e della desolazione di una vita di lotte e perdite, affascinante come un gatto. e mi manca un sacco.

#3 un album che vorresti fosse trasformato in un libro:
non so quanto sia saggio togliere la musica alle parole, però avrei sempre voluto un vangelo come quello de la buona novella di de andré. farebbe bene leggerlo a tanta gente.


#4 scegli il nome della vostra band usando il titolo di un libro:


strangers in paradise.
dai, trovatemi un nome più fico di questo.

#6 scegli la copertina dell'album usando la copertina di un libro:


#7 crea la tracklist dell'album usando titoli di libri:
safari honeymoon - ballata psichedelica, un po' noise, tipo sonic youth
blues in sedici - tragedia greca dal ritmo, appunto, blues
paradiso perduto - christian (satanic?) metal
le nebbie di avalon - featuring loreena mc kennitt
sacred heart - rabbiosissimo punk adolescenziale
jack frusciante è uscito dal gruppo - meno rabbioso e più malinconico punk tardoadolescenziale
ti prego, rispondi - devastante e disperata chiusura

#8 crea la band usando personaggi letterari:
rebecca bloomwood (la psicotica casinista di i love shopping) alla voce. disastrosa e improbabile, certo, ma carica di entusiasmo
biff (l'omonimo e dimenticato evangelista di christopher moore) alla chitarra, vestito come il frontman dei the darkness
aomame masami (l'adorabile vendicatrice di 1Q84) al basso, così precisa e metodica non sbaglierebbe mezza battuta
katchoo (il grilletto facile di strangers in paradise) - che sa picchiare bene - alla batteria

e sì, spero di tornare a scrivere presto (sessione invernale, da anni non sentivo tutta questa ansia) e sì, certo che potete farlo anche voi questo book tag!

3 commenti:

  1. Ciao! Bel tag! Assolutamente d'accordo su "La buona novella" (sigh) e sulla simpaticissima Rebecca Bloomwood!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao silvia, grazie! ^_^ (becky avrebbe una buona scusa per rimpinzare il suo guardaroba con gli abiti di scena XD)

      Elimina
  2. Oh mi ero persa questo tag! Molto carino!

    Loreena McKennith <3

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...