sabato 4 novembre 2017

yaga ~ campagna di crowdfunding

volevo approfittare di questi giorni di stasi prima di tirare le somme degli annunci di lucca e di parlarvi di un po' di ultime uscite per farvi conoscere un nuovo progetto di cui attualmente è in corso la campagna di crowdfunding che ho scoperto da poco e che ho immediatamente deciso di sostenere, un po' per la storia, che promette di essere tanto bella quanto drammatica, e un po' per i disegni, che hanno una potenza e un'eleganza incredibile e che sanno catturare al primo sguardo.

il progetto in questione è yaga, di antoine ozanam (sceneggiatura) e pedro rodríguez (disegni), proposto dalla piattaforma spaceman project, la stessa piattaforma di cui ho parlato in occasione della presentazione della campagna di crepanquine, e che - vi ricordo - da la possibilità ai lettori di scegliere tra quattro lingue - inglese, francese, italiano e spagnolo.

yaga è la storia di baba yaga, la strega russa terrore di tanti bambini e protagonista di numerose leggende, o meglio, è la storia della bambina che diventerà baba yaga...


Svetlana è solo una bambina quando i soldati dello Zar mettono a ferro e fuoco il suo villaggio, a maggioranza ebraica. Insieme alla sua amica Kalinka la piccola riesce, per miracolo, a scampare al massacro. Nella fuga, le due si tuffano nel bosco proibito, luogo di tutte le credenze e le superstizioni. Dopo aver girovagato per giorni, Svetlana e Kalinka trovano riparo da Bab, una vecchia eremita. Per un attimo, per un breve attimo, credono di essere in salvo e l'anziana Baba riesce a restituire loro la gioia di vivere. Gli insegna a sfruttare le piante, a scopi benefici o malefici, insieme ad altre cose che sono fondamentali per una donna che non ha nessuno al mondo... Per molto tempo, nel villaggio vicino al bosco hanno tollerato Baba, pur diffidandone. Attorno alla sua figura ruota qualsiasi tipo di leggenda ma i più incoscienti o disperati vanno a spiarla in gran segreto mentre il resto della popolazione guarda dall'altra parte. Il motivo per cui vanno da lei è sempre lo stesso: una malattia imbarazzante, un rimedio per smettere di amare qualcuno o la richiesta di aiuto per una donna incinta...
Due giovani amici che hanno l'abitudine di rubare oggetti da casa di Baba ora troveranno un nuovo scopo per cui frequentare quella zona. La presenza delle ragazze, e in particolare della bella Kalinka, cambierà il corso degli eventi. Entrambi si arrendono e si gettano ai piedi di Kalinka ma solo l'orgoglioso Vassili riuscirà a catturare il cuore della giovane. La famiglia, spaventata dalla storia d'amore tra il ragazzo e quella che considerano un'apprendista strega, obbliga Vassili a unirsi all'esercito dello Zar per separare la coppia. Al termine della primavera, Svetlana e Kalinka vanno a farsi il bagno nella fonte al limitare del bosco, di fronte al villaggio. Si divertono così tanto da dimenticarsi del tempo che passa e arrivato il momento di tornare a casa si rendono conto che qualcuno gli ha rubato i vestiti. Sono praticamente nude ma talmente felici e spensierate da addentrarsi nel bosco correndo per ogni dove. A osservarle, un giovane e smarrito sacerdote che vede soltanto due creature del demonio che gli si fanno incontro. Nel suo profondo fanatismo, riesce a convincere il villaggio che la presenza di queste seguaci di Satana non può essere tollerata. La risposta degli abitanti si rivelerà sanguinosa e crudele... Nel cuore di Svetlana comincia a spuntare il seme del rancore.
Yaga è la storia di una ragazzina smarrita in un mondo troppo ostile. La storia di una donna che si trasformerà in una donna-serpente a causa dell'ottusità e dell'oscurantismo degli uomini. Yaga è la storia del viaggio d'iniziazione della strega più famosa della terra.

continuando sulla politica di claccalegge, che cerca sempre di funzionare un po' da vetrina per le autoproduzioni - a mio modestissimo avviso - più meritevoli, vi invito a dare un'occhiata alla pagina del progetto certa che, se vi piace la metà di quanto piace a me, non potrete che sostenerlo!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...