martedì 2 maggio 2017

i romanzini di viola giramondo: il ritratto della felicità

ci sono poche cose buone come una storia per risollevarsi il morale, e quando poi questa storia è scritta e disegnata da due dei più bravi autori italiani, allora siete assolutamente al sicuro.
il ritratto della felicità è il terzo romanzino della serie di viola giramondo, storie scritte da teresa radice e illustrate da stefano turconi (ed edite da il battello a vapore) che si svolgono prima delle avventure raccontate nel fumetto edito qualche tempo fa (lo consiglio spesso, e continuo a farlo ancora, è uno dei miei preferiti in assoluto e ne ho parlato qui. per rinfrescarvi la memoria sui primi due romanzini di viola invece andate qui).

questa volta viola e i suoi amici incontreranno due grandi personaggi storici e vivranno un'avventura memorabile a partire da... una spaventosa tempesta!


il cirque de la lune sta per affrontare la sua tournée in inghilterra e per viola arriva il momento di un bel viaggio in piroscafo: partendo dalla francia, attraverseranno la manica per giungere a destinazione. come sempre, la nostra eroina è alla ricerca del suo speciale talento, quel qualcosa di unico che la aiuterà a capire qual è il suo posto nel cirque (e nel mondo), e questa volta ha deciso di mettersi alla prova come domatrice d'insetti, cosa che però non sembra riuscirle troppo bene.
ma uno dei suoi innegabili talenti è quello di riuscire a fare amicizia facilmente e con chiunque, così si avvicina subito, una volta a bordo, a una coppia di singolari vecchietti, finendo per incontrare niente poco di meno che nadar e jules verne, due uomini pieni di entusiasmo come lei per il viaggio che sta per iniziare e con gli occhi colmi di ricordi di avventure già vissute e di gioia per quelle che verranno.
ma durante la notte, mentre suo papà konrad, che non sta nella pelle all'idea che il suo scrittore preferito stia viaggiando sul suo stesso piroscafo, le racconta una delle storie di verne, una violentissima tempesta si abbatte sulla nave, rompendo gli strumenti di navigazione e lasciando i passeggeri al mattino successivo scossi e disorientati in mezzo al mare.

indovinate cosa potrebbe succedere in una situazione simile se uno scrittore d'avventura, un fotografo con la passione per l'aerostatica e una ragazzina tutto pepe con mille idee sempre in testa si mettono insieme a cercare una soluzione, incoraggiati da un nonno saggio e da tanti amici sognatori?


teresa radice e stefano turconi firmano un'altra appassionante e divertente avventura, ci permettono d'incontrare, com'è ormai consuetudine, affascinanti personaggi storici e ci regalano sempre momenti di poesia e ottimismo che sembrano un respiro a pieni polmoni in riva al mare, senza contare le illustrazioni che riescono - sopratutto quando c'è di mezzo simbad - sempre a strapparci più di un sorriso.

ho appena finito di leggere questo viaggio e sono già curiosa da morire di scoprire in quale paese si ritroveranno viola e il cirque la prossima volta!

2 commenti:

  1. Grazie mille, Claudia!! Sei tu, il nostro respiro a pieni polmoni in riva al mare :-)! La prossima volta in Egitto (in agosto, credo...).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *///* grazie, siete sempre troppo buoni! ♥
      aspetto con impazienza la prossima storia, sono curiosissima!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...