venerdì 8 luglio 2016

delilah dirk e il tenente turco

suo padre è un diplomatico inglese, sua madre è una famosa e apprezzata artigiana greca. è cresciuta girando il mondo, allenandosi fin da ragazzina con i migliori tiratori di francia, in india ha imparato a sopravvivere nella giungla e in indonesia è diventata un'acrobata. ha passato sette anni in un monastero giapponese in cui ha perfezionato le sue tecniche di combattimento, ha viaggiato fino al selvaggio west, nel nuovo mondo. è maestra di quarantasette tecniche di combattimento con la spada, fa parte di almeno tre corti reali e può viaggiare volando.
non è chiaro se ci siano serrature e prigioni che possano resisterle, senza dimenticare che ha un elegantissimo senso dell'umorismo.
non è wonderwoman, ma delilah dirk, la protagonista dell'omonimo graphic novel di tony cliff, edito in italia da renoir.
e io me ne sono innamorata dalla prima vignetta in cui l'ho vista!


è il 1807 e siamo a costantinopoli.
delilah è stata imprigionata nel palazzo del sultano e al buon selim, un soldato tanto poco bellicoso quanto amante del buon té, tocca riferire le sue intenzioni: ruberà le pergamene più preziose del sovrano. cosa che, indubbiamente, a sua maestà non fa per nulla piacere.
ma quando delilah evade e crea il caos tra i soldati, il sultano decide di far uccidere anche selim, colpevole di aver riportato le parole della donna.
delilah lo salva e lo porta con sé, su una incredibile barca volante: da questo rocambolesco inizio prenderanno il via le nuove avventure dello strano duo.

tanta avventura, un'amicizia leale, umorismo intelligente ed elegante, ambientazioni esotiche e una protagonista indimenticabile: ecco riassunto in poche parole cos'è delilah dirk e il tenente turco.
delilah è un personaggio di cui non ci si può non innamorare, mi ha subito fatto venire in mente la rey di star wars: è coraggiosa, forte, leale. è un'avventuriera e una combattente, e mai, neanche mezza volta, questo si pone nell'ottica nonostante sia una donna. è quel tipo di personaggio di cui abbiamo tanto bisogno: una donna, coraggiosa, forte, determinata, abile, che non ha bisogno di farsi salvare da nessuno, che non ha bisogno di trovare un pretesto per il suo essere un'eroina. e selim è il perfetto compagno di viaggio, la metà mancante di delilah, la sua antitesi, l'opposto che attrae.
il viaggio di delilah e selim è coinvolgente e divertente, e loro sono due personaggi a cui ti affezioni subito. i disegni sono bellissimi, dinamici ed espressivi, e i dialoghi spesso mi hanno fatta ridere di gusto, con il loro umorismo raffinato così poco adatto alle circostanze!

girellando su internet, ho scoperto che le avventure di delilah dirk iniziano come web comic (qui), e sono poi state raccolte in cartaceo.
oltre ad aver avuto un enorme successo tra il pubblico, tony cliff da ricevuto per questo lavoro la nomination a due eisner awards..
e a quanto pare disney ha acquistato i diritti per rendere questo graphic novel (che in realtà è il primo di una serie, non so se ancora in corso) per farne un film (sul serio, guardate qui).
quindi se ancora non vi fidate dei miei consigli, date retta a... tutti gli altri!

2 commenti:

  1. Avevo visto il volume inglese e ne ero rimasta affascinata - sono felicissima che sia stato tradotto! Me ne procurerò senz'altro una copia. Adoro questo tipo di storie avventurose :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche a me piacciono da morire questo tipo di storie, mi fanno tornare bambina *_*

      fammi sapere poi come ti sembra ^^/

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...