venerdì 26 dicembre 2014

fuffa, foto, considerazioni sparse e desideri per l'anno che verrà ♥

sono in ritardo, lo so, ma in ogni caso auguri, buone feste, eccetera eccetera.
natale è stato bellissimo, infinitamente pieno di spirito natalizio, amore, gioia eccetera eccetera, ma a essere sinceri tutto questo periodo è stato bellissimo, direi che l'ultima metà di questo anno è stata bellissima, per cui sono felice di chiudere così il 2014 e ho tante belle speranze per il prossimo anno e un solo desiderio vero, ma grande grande. (poi ce la solita smania da bookaholic, ma non conta)
l'unica cosa è che in effetti il blog va un po' a rilento, ho completamente perso la mano a scrivere recensioni, sarà un male? un bene? boh... fatto sta che anche se la quantità di pagine ingurgitate è diminuita, la qualità si è alzata notevolmente e spero di poter continuare così, da gennaio vorrei riuscire a comprare almeno un bel fumetto al mese. poco, forse, ma se riuscissi a depennare qualcosina dall'infinita lista di graphic novel da recuperare sarebbe fantastico.


in ogni caso, negli ultimi mesi ho letto roba favolosa, di cui forse scriverò prima o poi una recensione decente, forse no...
ho letto l'uccello che girava le viti del mondo che avevo comprato un anno fa e mi aspettava paziente tra i libri da leggere, mi spaventava un po' la mole e avevo paura di non avere la mente abbastanza lucida da sopravvivere a un mondo come quelli che inventa murakami, invece è stato davvero bellissimo. ho sempre più voglia di recuperare tutto quello che esiste di quest'uomo e di rileggere quello che ho già in libreria.



sulla scia del smaltiamo un po' la pila dei libri da leggere, ho iniziato finalmente le nozze di cadmo e armonia, ed è favoloso, pesantino magari, certo, ma favoloso. era da un sacco che non mi buttavo su un saggio così bello e dopo taaanta narrativa ci voleva. libri come questo fanno andare il mio cervello come una pallina da flipper impazzita.
certo, poi il fatto che ho un precarissimo e poco proficuo lavoro che mi fa passare in treno mezza giornata, mi da un sacco di tempo in più per leggere e molto molto meno per stare al pc (ecco uno dei motivi per cui aggiorno poco il blog...)


i fumetti ci sono stati, pochi ma bellissimi. tipo: HO CONCLUSO EVANGELION. non è proprio roba da poco. e, dicano quel che vogliono, a me è piaciuto un sacco.


e seconds, che è stato il mio autoregalo di natale in anticipo (ma tanto in anticipo!), che è davvero un gioiellino. e voglio rileggere scott pilgrim adesso!


per il compleanno sono arrivati loro due, il mio primo zerocalcare e una bibbia, un megalibrone illustrato da due dei miei artisti preferiti, rebecca dautremer e philippe lechermeier, che non ho ancora letto ma solo sfogliato ed è tipo un piccolo tesoro.
dimentica il mio nome è stato il libro rivelazione dell'anno, per quel poco che conosco zerocalcare non mi sarei mai aspettata un libro così bello e toccante. l'ho finito, l'ho chiuso e l'ho riletto da capo. e credo che continuerò a farlo.
questi due libri poi sono ancora più preziosi perché sono arrivati inaspettatissimi e sono tra i regali più azzeccati mai ricevuti in vita mia. non posso smettere di sorridere e ringraziare ogni volta che li vedo.


per il prossimo anno la wishlist è cresciuta a dismisura, ma come dicevo, pian pianino vorrei riuscire a ottenere una collezione decente di graphic novels, libri illustrati eccetera. questo per esempio, il pezzo perduto incontra la grande O, è uno di quelli che prima o poi dovrà essere mio. l'ho letto a scrocco e e e...
poesia.


ieri è arrivato baymax ♥ - sta sera voglio assolutamente andare a vedere big hero 6! - insieme ai pisellini felici di toy story... e, a parte il fatto che è bellissimo e molto fotogenico, è anche un memento per la mia idea di recuperare qualche dvd disney e pixar. mi è presa la smania di farmi una videoteca e di recuperare qualche libro di illustrazioni e disegni dei film che più mi piacciono (sono tanti eh... ma pian pianino ce la farò!)

e a proposito di natale, di bontà, di fumetti, film, anime, cartoni animati... una riflessione.
siete delle brutte persone.
davvero, internet tira fuori il peggio di quelli che dovrebbero essere degli appassionati per farne degli haters senza limiti. ci pensavo qualche giorno fa, leggendo in giro i commenti su sailor moon cristal. e i disegni fanno schifo, e la storia ha subito delle variazioni, e questo non va, quello nemmeno...
perché vent'anni fa riuscivamo a guardare serie censuratissime, spesso con disegni mostruosi (mila e shiro! dei dell'universo! era terrificante da vedere), a leggere fumetti ribaltati stampati sulla carta igienica con le pubblicità sul retro, ed essere contenti, appassionati, presi dalle storie, dai personaggi, da ricordarcele tutt'ora con nostalgia, dicendoci che quelli sì che erano bei tempi, mentre ora siamo presi da tutto tranne che dalle sterili stronzate perfezioniste e vuote?
piantatela di arrovellarvi il fegato cercando i difetti in tutto. amate le storie per quello che sono, per i personaggi che le vivono, per le emozioni che regalano, per i messaggi che lasciano, non per il tipo di carta su cui sono stampate. è il mio messaggino di peace & love natalizio.
ve lo dice pure hipstercamilla!


al prossimo anno!

domenica 14 dicembre 2014

commenti randomici a letture randomiche - parte IV (e un po' di altra fuffa)

daniel pennac a me piace un sacco. daniel pennac che scrive un libro per bambini che parla di cagnolini coraggiosi poi non ne parliamo. abbaiare stanca è una lettura semplice semplice ma schietta e a volte amara: il cane è il protagonista e la sua storia è simile a quella di tanti altri cuccioli. si salva dall'affogamento, dalla vita in discarica, dal canile, dagli incidenti in autostrada, tutto per trovare una padrona da "addestrare". ma anche allora le cose non saranno troppo facili...
incontra cani saggi e persone dal cuore gentile, a...mici particolarissimi, ma ha anche modo di conoscere la cattiveria e il terrore vero.
è consigliato a tutti. ma sopratutto ai bambini che non hanno ben chiara la differenza tra un pupazzo e un cane vero.

mi sono anche sciroppata, con indicibile piacere, un bel libro di camilleri uscito un paio di mesi fa. anche con camilleri è amore vero, ed è anche cosa di famiglia, visto che è mamma l'appassionata che compra tutti i libri (e io leggo a scrocco!).

morte in mare aperto è formato da otto storie che raccontano le indagini di un montalbano giovane e un po' meno amaro di quello che conoscevo. come al solito, camilleri fa ridere e commuovere.
non so com'è leggere i suoi libri per un non siciliano, visto il suo stile e l'uso quasi esclusivo del dialetto, ma io lo adoro anche per questo.

sabato scorso, come vi avevo accennato qui, c'è stata la presentazione de i guardiani della luce di nino giordano da alastor altroquando. a parte il piacere di incontrare di nuovo nino (per chi non lo conoscesse, è uno scialo assoluto!) ho scoperto che questo romanzo è il primo di una quadrilogia! bene bene, sono contenta di sapere che le avventure di gabriele carlo e marco non finiranno così presto...
prima o poi arriva la recensione, giuro!

e a proposito di palermo e fatti miei di cui non frega a nessuno, uno dei motivi per cui sono sparita di nuovo da un po' è che siamo riusciti a organizzare la nostra mostra fotografica ombre e luci alla feltrinelli! non è stata proprio facilissima, ma nonostante i casini organizzativi e le lotte contro il tempo, ce l'abbiamo fatta! sono priatissima come non si può dire e anche tanto orgogliosa, per cui se passate a palermo, andate a farci un giro che ne vale la pena! la mostra sarà visitabile fino al sette gennaio!

lunedì 1 dicembre 2014

promemoria! sabato 6 dicembre - alastor (palermo) - presentazione de "i guardiani della luce" di nino giordano

oh che bello, è dicembre!
ebbene sì, io faccio parte della categoria oh che bello, è natale! le lucine! gli alberi! i dolci! i regali! evviva evviva! che di tristezza in giro ce n'è davvero troppa per farsi venire le crisi da grinch, dicembre dura solo trentuno giorni e io sono intenzionata a godermeli tutti quanti.
e già da qualche giorno in agenda (non ce l'ho davvero un'agenda, ma sembra figo dirlo, quindi...) ho segnato la presentazione del romanzo di nino giordano, i guardiani della luce (che sto leggendo e mi sta piacendo tanto ) da alastor, sabato 6 dicembre, dalle ore 16,00.
quindi palermitani carissimi, mezza parola.
io ci vado, a salutare nino, a fare foto e tutto il resto.
mi raccomando!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...