domenica 9 febbraio 2014

gdl proteggi la mia terra di saki hiwatari - I settimana - volumetti 1/8

questo post merita una premessa.
sul perché sono sparita, beh, è abbastanza semplice. sono partita praticamente all'improvviso cambiando tutti i programmi e sono tornata il giorno prima che cominciasse il corso di fotografia, cosa che mi sta prendendo praticamente tutto il tempo, libero e no, della giornata. tutto il tempo che utilizzavo anche per scrivere su questo blog. ragion per cui, tra mancanza di tempo e stanchezza (e, per precisione e per fare un po' di pubblicità che non fa mai male, tutto il lavoro che ho fatto per aprire il negozio su etsy), non ho assolutamente avuto modo di scrivere qui. avevo tanti post in mente, che ovviamente sono rimasti lì e spero vivamente di riuscire a scrivere, almeno nei ritagli di tempo, ma mi sembra giusto sottolineare che per un po' di mesi, purtroppo, non riuscirò a stare dietro a blogger come prima. o magari sì, giusto il tempo di prendere la mano con i nuovi ritmi.
in ogni caso, ci tenevo a dire che me ne sono accorta che nonostante tutto il silenzio, avete continuato ogni giorno a passare da qui. e ne sono davvero felice. beh, insomma, grazie.

continuate a passare, a leggere, a commentare, insomma non abbandonate claccalegge perché non è morto, né moribondo. al massimo sono io quella che sta per soccombere sotto il peso dello stress, ma questa è un'altra storia.


drammaticamente in ritardo, ma riesco finalmente a scrivere il primo post per il gdl di proteggi la mia terra, manga che lessi solo una volta nel 2006 o 2007, ora non ricordo bene, e del quale avevo cancellato moltissimi ricordi che adesso pian piano stanno tornando alla luce.
quelle che però erano rimaste erano tutte le emozioni che proteggi mi aveva regalato la prima volta e che sto rivivendo adesso a questa seconda lettura.
proteggi la mia terra ha una trama molto complessa e intricata e un sacco di personaggi che si dividono tra due realtà differenti. è una storia molto emozionante ma che deve essere anche letta con attenzione per cogliere al meglio tutti i dettagli. in questo e nei prossimi post, vorrei riuscire a chiarire al meglio, a me stessa in primis e ai lettori, tutti i legami tra i personaggi e le loro vicende, quindi ricordatevi sempre di stare *attenti agli spoiler!*, se non avete mai letto il manga e avete intenzione di farlo, saltate completamente il resto del post e cercate di recuperare prima possibile questo titolo splendido!
la protagonista della storia è arisu sakaguchi che si è da pochissimo trasferita a tokyo da un piccolo paesino di campagna. arisu è una ragazza timida e introversa, che non riesce a farsi facilmente degli amici ma ha in compenso il dono di entrare in empatia con la natura.
l'unico con cui arisu è riuscita a fare in qualche modo amicizia è rin kobayashi, un bimbo di sette anni vicino di casa dei sakaguchi, un monello che si diverte a far i dispetti ad arisu ma che in qualche modo le vuole molto bene e che le si è subito affezionato nonostante la differenza di età.
nel suo nuovo liceo arisu conosce jinpachi, che è un suo compagno di classe, e issei, amico di jinpachi. la prima volta che li vede insieme i due hanno un atteggiamento strano e arisu finisce inevitabilmente per equivocare, credendoli due gay.
qualche giorno dopo, costretta a far da babysitter a rin, incontra di nuovo i due ragazzi allo zoo, e loro ne approfittano per spiegare ad arisu la verità circa il loro rapporto: non sono due innamorati ma da anni condividono lo stesso sogno ogni notte.
nel sogno jinpachi è gyokuran e issei è enju, una ragazza, e nel sogno enju è innamorata persa di gyokuran. oltretutto i due nel sogno dicono di trovarsi su uno shuttle o sulla luna, perché da dove si trovano si vede la terra, verso la quale sentono un profondo e malinconico amore.
tornati a casa, rin e arisu litigano, perché il bambino è geloso degli amici di arisu, e senza volerlo arisu finisce per spingere rin giù dal balcone, dal quindicesimo piano. sconvolta e piena di sensi di colpa, arisu viene allontanata dalle nuove amiche con le quali aveva legato da poco e con difficoltà, e l'unico che le rimane accanto, oltre alla sua famiglia, è jinpachi, che a detta delle altre, nutre dei sentimenti per lei.
praticamente per miracolo, rin è rimasto quasi del tutto illeso, e alla fine del volumetto lo vediamo risvegliarsi dallo stato di incoscienza nel quale era sprofondato, con uno strano sguardo negli occhi...

preoccupati per arisu che si trova ormai isolata dal resto della classe, jimpachi e issei cercano di passare più tempo con lei, e ne approfittano per raccontarle altri dettagli del loro strano sogno in comune: gyokuran e enju sono due dei sette scienziati che vivono su una base lunare e che da lì osservano e studiano la terra.
oltre a enju e gyokuran, sulla luna si trovano anche mokuren, bellissima e bravissima biologa, dotata di poteri esp, del quale è innamorato gyokuran, shion, un ingegnere dall'aria ribelle che è anche il fidanzato di mokuren, shyusuran, amica di enju e poi hiragi e shyuhkaido, rispettivamente un glottologo e un medico, entrambi innamorati di mokuren.
persa nelle sue fantasticherie sugli abitanti della luna, arisu viene avvisata di un'improvvisa telefonata della madre, che le comunica che rin si è ripreso e che finalmente si è risvegliato.
nonostante l'incidente, rin sembra ancora più affezionato ad arisu anche se la sua aria è decisamente strana, soprattutto, come dice sua madre, da quando si è svegliato si diverte a fare il "gioco delle intuizioni"...
in ogni caso i guai di arisu sembrano essere finiti, perché anche le sue amiche hanno deciso di chiederle scusa per il loro stupido atteggiamento.
eppure proprio ora che tutto sembra andare per il meglio, arisu viene sorpresa prima da un bacio di rin (il suo primo bacio! rubato da un bambino!!!) e poi da sua madre che le chiede se intende accettare la sua richiesta di fidanzamento. sconvolta, arisu sviene e si risveglia come mokuren, la bellissima scienziata della base lunare - che a sua volta aveva sognato di essere arisu. assistiamo a una breve scena tra shion e mokuren, piena di dolcezza e di una malinconia devastante e sopratutto del desiderio di poter tornare sulla terra. ma perché i sette scienziati si trovano sulla luna? e perché sembra che non possano tornare, contro la loro stessa volontà?
a il mistero più grande è quello che è successo a rin, che improvvisamente sembra dotato di poteri superumani, e che ha praticamente attaccato da solo una banda di motociclisti, chiedendo a uno di loro, il capo, di dargli la torre di tokyo!

risvegliatasi completamente dallo shock e dal sogno della luna, arisu decide di accettare la proposta di rin, e nel frattempo parla a jinpachi e issei del suo sogno, confessando, in preda a un certo imbarazzo, di essere mokuren.
adesso jinpachi è certo che se cercano, troveranno di sicuro anche le altre quattro persone legate agli scienziati del loro sogno.
conosciamo anche altri due personaggi fondamentali per il corso della storia: il signor tamura, a servizio della famiglia responsabile del restauro della torre di tokyo, la famiglia di takahashi insomma, il ragazzo attaccato da rin alla fine del volume precedente e ancora sconvolto dall'accaduto, e haruiko, un bel ragazzo dalla pelle scura e dalla salute cagionevole, anche lui capace di sognare la base lunare, mokuren e gli altri scienziati.
nel frattempo jinpachi e issei decidono di mettere annunci sulle riviste di fenomeni paranormali per rintracciare gli altri, mentre rin, fingendosi takahashi, fa attaccare jinpachi e issei da una banda di teppisti, per sapere se jinpachi possiede gli stessi poteri di gyokuran, e anche per gelosia, visto l'attaccamento di jinpachi ad arisu.
i misteri si infittiscono, e anche se rin è inevitabilmente uno degli abitanti della luna, non si riescono ancora a capire le sue vere intenzioni, la sua identità, né il livello di conoscenza che ha dei fatti avvenuti alla base lunare.

nel quarto volumetto scopriamo che il signor tamura e karuiko su conoscono da tempo, e assistiamo all'incontro tra arisu e haruiko, mentre rin è sempre più geloso di qualsiasi ragazzo si avvicini ad arisu, e issei è sempre più incasinato nel suo strano groviglio di sentimenti per jinpachi: sulla terra sono amici, ma nella stazione lunare lui è una lei ed è innamorato di gyokuran!
a interrompere i suoi contorti ragionamenti arrivano le risposte di due dei quattro mancanti all'appello tra i sognatori: daisuke dobashi, sulla luna hirashi, e sakura kokusho ovvero shyusuran.
i cinque decidono di incontrarsi e di raccontarsi le loro conoscenze sul mondo dei sogni. secondo le parole di daisuke/hiragi, il sogno della luna non si rifà al futuro ma al passato, e gli scienziati non sono terrestri, ma vengono da un pianeta più sviluppato di come era la terra all'epoca in cui la studiavano. sulla luna, per colpa di una malattia contagiosa, tutti gli scienziati sono morti più o meno nello stesso periodo, reincarnandosi in ragazzi che in effetti hanno più o meno tutti la stessa età. inoltre il loro pianeta natale era ormai distrutto dalle guerre, e una regola impediva loro di scendere sulla terra, nella quale potevano solo mandare dei robot a recuperare il necessario per la sopravvivenza.
alla scoperta del destino degli abitanti della base spaziale, jinpachi e issei sono sconvolti, mentre arisu si sente sempre più insicura del suo essere mokuren: in fondo ha sognato soltanto una volta la base, mentre gli altri vivono la loro doppia vita da anni.
scopriamo anche qualcosa in più sul passato di tamura, che ha deciso di aiutare i ragazzi più piccoli dopo che il suo fratellino minore si era suicidato. adesso ha deciso di incontrare il misterioso S, il personaggio che ha minacciato takahashi e che gli ha chiesto di dargli l'accesso alla torre.

S, che già sappiamo essere rin, si rivela anche a tamura, ferendolo pesantemente e ordinandogli di far apportare delle modifiche ai piani per la ristrutturazione. nello stesso momento haruiko sembra soffrire come se il dolore di tamura fosse il suo, e improvvisamente si ritrova teletrasportato da casa sua al palazzo dove rin e tamura si sono visti.
qualche giorno dopo arisu, passati ormai tutti al secondo anno di liceo, si trova a dover portare con se rin alla riunione dei "sognatori". rin si rivela essere uno degli scienziati, e si presenta come shyukaido, più piccolo degli altri perché questa è la sua seconda reincarnazione.
la scena si sposta poi sulla base lunare, dopo la morte di gyokuran, mentre tutti sono in preda alla disperazione, quando shyukaido annuncia di aver trovato un vaccino per la malattia che li ha colpiti.
quindi adesso manca solo shion, che dovrebbe essere haruiko...
alla fine del volumetto vediamo rin e haruiko che si teletrasportano in un luogo isolato per discutere di qualcosa...
haruiko sembra abbastanza terrorizzato e shockato dai suoi sogni ambientati sulla luna, mentre issei continua a soffrire per il suo strano amore nei confronti di gyokuran/jinpachi...

nel sesto volume scopriamo finalmente la verità su rin e haruiko, anche se personalmente avevo già intuito chi fossero realmente i due nella base lunare. ovviamente rin non è shyukaido ma shion, il vero shyukaido e haru.
sulla base, shyukaido era il medico che aveva creato il vaccino per far fronte alla malattia che stava uccidendo tutti, ma avevo mentito a shion, vaccinando solo lui e non mokuren.
shyukaido ha voluto salvare solo shion in realtà per punirlo di aver violentato mokuren. così, dopo la morte di tutti, shion rimane solo per nove anni prima di riuscire finalmente morire. nove anni di solitudine e tristezza, da solo con i suoi rimorsi sulla luna, costretto a continuare a vegliare sulla terra fino alla fine dei suoi giorni.
adesso rin vuole che haru reciti la parte di shion per poter realizzare il suo scopo: distruggere la base lunare rimasta dopo la morte di tutti per poter evitare che gli uomini trovino la tecnologia e le conoscenze degli scienziati e possano distruggere la terra, proprio come era successo al pianeta di provenienza dei sette.
ecco spiegato il motivo per cui si sono reincarnati tutti proprio come terrestri. e il modo per farlo è realizzare le modifiche alla torre di tokyo che ha ideato rin e sopratutto servono le password di accesso di tutti e sette i membri.
nel frattempo arisu è sempre più certa di non essere lei mokuren e quindi non vuole più partecipare alle riunioni, mentre haru è completamente in preda al terrore e quando tamura entra nella sua camera prima si ritrova davanti alla visione della terra dallo spazio e poi vede per un attimo shykaido con l'aspetto che aveva sulla luna. mentre parla con tamura, improvvisamente haru sparisce e si teletrasporta sull'argine di un fiume, dove viene visto da issei e sakura, che stavano ancora parlando dell'amore di issei per jinpachi, mentre si butta in acqua per suicidarsi.

continuiamo a vedere i flashback ambientati nella base lunare, e contrariamente a ogni aspettativa (o forse semplicemente ci manca qualche passaggio?) scopriamo che shion aveva abbastanza in antipatia, se non addirittura detestava mokuren.
tornando sulla terra, possiamo finalmente concentrarci un po' su arisu. suo fratello è furioso per via del fidanzamento con rin, vorrebbe che arisu fosse in grado di vivere la sua giovinezza come qualsiasi altra ragazza, innamorandosi di un coetaneo e facendo le esperienze "normali" della sua età, invece di dover sopportare un vincolo con un bambino che non può, oggettivamente, darle nulla.
rin, da parte sua, cerca di convincere arisu di essere stata mokuren e le spiega che non è in grado di risvegliarsi perché vuole inconsciamente proteggersi da una ferita profonda che le ha inferto shion. nonostante tutto, alla notizia che shion è stato ritrovato, arisu scoppia di felicità, nonostante abbia sognato la luna soltanto una volta.
così rin convince haru a presentarsi agli altri come shion, per potere finalmente riuscire ad avere le chiavi segrete di tutti, e per cercare di far risvegliare mokuren.
dal canto suo jinpachi, messo a conoscenza del fidanzamento di arisu e rin da parte del fratello che chiede al ragazzo di intervenire per poter far vivere ad arisu un amore normale, riesce finalmente a dichiararsi, ma quando svela i suoi sospetti sulla vera natura dell'attaccamento di rin, arisu esplode di rabbia, rivelando ancora tutti i suoi sensi di colpa riguardo all'incidente.

nonostante gli sforzi fatti da hippei per nascondere e controllare i suoi sentimenti, quando jinpachi gli confida quanto accaduto con arisu, non riesce più a controllarsi e finisce per comportarsi esattamente come avrebbe fatto enju. essere rinato come il migliore amico dell'uomo che ha amato per tutta la vita precedente, non ha affatto cambiato i sentimenti che enju provava per gyokuran.
ma non c'è tempo per rimuginare troppo sul bacio di hippei, perché è arrivata la notizia che shion è stato ritrovato e che presto lo incontreranno.
intanto tamura sta facendo ricerche sui poteri esp, per poter capire meglio cosa sta succedendo ad haru e per poter sconfiggere s., grazie al fratello, dotato degli stessi poteri, di un suo amico.
e se per haru l'idea di dover fingere di essere shion, di dover in qualche modo far colpo su arisu e risvegliare mokuren erano troppo, adesso arriva anche la notizia che tamura si trasferirà a tokyo...


già dai primi volumi si capisce subito con che tipo di storia abbiamo a che fare. proteggi la mia terra ha una trama intricatissima, piena di personaggi tutti strettamente collegati tra loro, e vicende che superano moltissimo l'abituale raggio d'azione della maggior parte degli shoujo manga.
riuscire a tenere tutto a mente, ammetto, non è davvero troppo facile e in effetti appuntarsi nei post del gdl i punti fondamentali di certo aiuta.
proteggi la mia terra è un fumetto appassionante come pochi, avvincente e appassionante, anche a dispetto dello stile non bellissimo ma in ogni caso di facile lettura.

spero di riuscire a tenere un ritmo decente con i prossimi post! in ogni caso, il mio invito a recuperare questa serie (inutile sperare in una ristampa da parte di planet, credo che lo stile grafico non sia abbastanza interessante da rischiare un'operazione del genere) è sempre valido!

andate anche a leggere il post di anna di comnena's corner

4 commenti:

  1. Letto! è vero, è impossibile ricordarsi tutto, io ho dovuto proprio farmi dei riassuntini numero per numero, se no mi sarei persa tutti i dettagli! ma questo è perché "Proteggi" è un manga meraviglioso, pieno di personaggi, sotto-trame, segreti... e rileggerlo è stato quasi commovente, un tuffo nel lontano 2000, quando i manga erano ancora una cosa rara... e quando ancora c'era la speranza che pubblicassero opere valide! Penso di essere stata una dei pochi a non dover recuperare "Proteggi", ma a seguirlo fin dal primo numero, e anche se allora era proprio piccolina, già avevo le idee chiarissime : Shion ♥ Anche io lo avevo capito subito che Rin era Shion e, nonostante i famosi nove anni di differenza, ho sempre fatto il tifo per lui e Arisu : è più uomo Rin a 7 anni che tutti gli altri "pretendenti". Oltre a lui e ad Arisu, ho sempre adorato Sakura e Issei che, poverino, si trova in una situazione difficilissima! Verso Jimpachi ho sempre avuto sentimenti contrastanti, ma chi non mi è mai piaciuto è sempre stato Haru, il delicato, effeminato signorino piagnucolone : la mia antipatia per lui va al di là di quello che ha fatto a Shion e a Mokuren e diciamo che, quando Rin finalmente ha gettato la maschera con lui, se li è meritati tutti i calci-esp che ha preso. Quello che ha commesso sulla luna è stato un crimine imperdonabile... ma della sua espiazione parleremo meglio nei prossimi numeri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco, questa è una cosa che volevo scrivere nel secondo post, ma comincio a farlo qui (che poi magari me ne scordo).
      haru. beh, anche a me quello che ha fatto sulla luna risulta disgustoso, orribile e imperdonabile, ma in fondo haru è haru e shyukaido è shyukaido. haru è la sua reincarnazione, e karmicamente parlando dovrebbe espiarne le colpe, ma in fondo sono due persone diverse, con due volontà diverse... io detesto shyukaido, ma haru mi sembra molto vittima del destino.
      anche arisu, quando più in là ragiona sulla differenza tra quello che sono adesso e quello che erano nella loro vita precedente, mi ha fatto pensare immediatamente ad haru. in fondo lui non ha fatto nulla, sta pagando per i crimini di una persona che non è lui!
      ma in ogni caso non posso non comprendere la sete di vendetta di shion. e sopratutto mi fa una penina assurda povero rin, a essere solo un bambino e a non poter amare arisu come dovrebbe poter fare, dopo tutto quello che ha dovuto sopportare...
      ahhh, non ce la faccio, sto parlando del prossimo blocco e non va bene!
      con calma!

      io proteggi l'ho recuperato abbastanza di recente, circa otto anni fa ad essere precisi, quando usciva io non leggevo ancora manga, quindi neanche lo conoscevo! però, recuperato, letto in scansioni, a scrocco, in qualsiasi modo, va letto assolutamente!
      speriamo che tra tutte le ristampe di fuffa riescano a metterci anche questo titolo qui, merita assolutamente di essere letto da chi non è riuscito a recuperarlo ai tempi!

      Elimina
  2. questa volta non partecipo, ma seguirò i vostri commenti con piacere :)

    RispondiElimina
  3. sei sempre la benvenuta qui! ^^

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...