martedì 6 agosto 2013

la libreria degli amori inattesi

vi è mai capitato di sentirvi dei perfetti idioti perché decidete che volete assolutamente un libro perché vi piace la copertina? a me è capitato con la libreria degli amori inattesi. quel cagnolino mi ha fatta letteralmente impazzire per giorni fino a che ho ceduto e non ho comprato il libro. e ormai lo sapete, c'è una qualche divinità benevola che mi indirizza sempre verso scelte azzeccate, anche quando i criteri per la suddetta scelta sono a dir poco riprovevoli.
la libreria degli amori inattesi è davvero un bel romanzo, anche se, a contrario di quello che dice la quarta di copertina, non c'è nessun cucciolotto dagli occhi acquosi a zuccherare le parole. un cane c'è, si chiama tavish, ed è un vecchio cane un po' scontroso che si fa amare in modo discreto come saprebbe fare solo un vecchio cagnolino scontroso. mi piacerebbe tanto un cane come tavish.
ma andiamo con calma, non è tavish il protagonista della storia.

michelle si è appena trasferita da londra, decisa a farsi una nuova vita, certa che si getterà il passato alle spalle e ricomincerà ogni cosa da principio, dimostrando alla sua famiglia e al suo ex marito che può tranquillamente farcela da sola, con il suo negozio di articoli per la casa, lo home sweet home, il paradiso per chiunque voglia far diventare la sua casa un vero e proprio nido confortevole, bello e funzionale.
il problema è che però lei non è tipo da farsi subito delle amicizie, e se non fosse per il fortuito incontro con anna, sarebbe rimasta sola chissà per quanto. anna arriva come un tornado preannunciata da pongo, un dalmata abbastanza su di giri che mira alla tortina di michelle, al bar in cui quest'ultima sta con rassegnazione pensando alla propria solitudine. quando si dice il destino...
anna è la moglie di phil, o meglio la sua seconda moglie, e la mamma adottiva delle sue tre figlie, l'adorabile rebecca, becca per gli amici, studiosissima diciottenne che studia per entrare a cambridge, chloe, insostenibile sedicenne che vuole diventare una sorta di star della musica pop e lily, una bimba di otto anni che cerca di rimediare ai vuoti causati dal divorzio e dalla partenza in america della sua vera mamma inventando una vita per ciascuno dei suoi innumerevoli peluche.
le due donne, che si ritrovano a vivere vite praticamente diametralmente opposte, diventano presto amiche, e saltiamo subito a qualche anno dopo, quando il negozio di michelle va a gonfie vele e anna invece ha perso il suo lavoro di bibliotecaria.
destino vuole che il negozio accanto a quello di michelle, la libreria del signor quentin, chiuda e il proprietario si trovi costretto ad andare a vivere in una casa di cura. l'imprenditrice che c'è in michelle decide che, in un modo o nell'altro, il negozio sarà il suo home sweet home II.
ma ci sono delle condizioni per avere il negozio, tra queste una è che la libreria deve rimanere tale per almeno un anno. michelle, che odia tanto leggere, che gestisce una libreria? meno male che c'è anna, senza lavoro, e con una smisurata passione per i libri. cosa che farà zittire rory, l'odioso (almeno per michelle, a me sta un sacco simpatico!) avvocato del signor quentin, e che permetterà a michelle di avere il negozio.
a questo aggiungete la folle situazione familiare di anna e il misterioso passato di michelle, otterrete un racconto che si snoda avanti e indietro, tra il caotico presente, un passato che si vuole cancellare e un futuro che sembra così difficile da costruire, che parla di due donne diversissime tra loro che in fondo sognano soltanto la stessa cosa: vivere felici, coronando il loro rispettivo sogno.
non voglio dirvi altro, a me ha appassionato tantissimo e non ho intenzione di rovinarvi la sorpresa neanche un po'.

4 commenti:

  1. anche io mi sono innamorata di questo cane!! Per pochissimo non ho comprato il libro solo per portarmi a casa quel cucciolo!! ma ora che so che c'è tanta trama, lo metto in wishlist. Oggi ho anche visto un libro che secondo me ti piacerebbe, "Gatti merletti e chicchi di caffè", in cui ci sono una donna che deve rifarsi una vita, un negozio di abiti vintage e una gattina speciale... non l'ho letto, perciò non so dirti molto, ma mi sembra promettente, e dell'autrice ho letto "La libreria dei nuovi inizi" che è davvero carino... e questo nuovo libro è ambientato nello stesso paesino di questa libreria magica. Io sicuramente prima o poi lo prendo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. leggilo questo qui che è carino proprio!

      quelli che mi hai consigliato tu adesso sono stati messi in wishlist prima ancora di rispendere a questo post XD
      mi sa che il prossimo ordine su ibs non conterrà soltanto il nuovo della kinsella... stipendio arriva in fretta!

      Elimina
  2. "Gatti, merletti e chicchi di caffè" l'ho messo in wishlist pure io, dopo aver trovato un segnalibro pubblicitario all'interno di un altro romanzo *____* Se leggo che è pure carino: trasferimento immediato nel prossimo ordine Ibs!

    Di Lucy Dillon non ho letto questo romanzo, ma uno precedente, "lezioni di ballo", che ricordo mi era piaciuto. Altro titolo da "wishlistare"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e allora devo mettere anche io questo lezioni di ballo in wishlist XD
      è una tragedia! XD
      al prossimo ordine devo cercare di spendere meno possibile e prendere più roba possibile, quindi si accettano consigli di roba bella E in edizione economica magari (oltre al nuovo libro della kinsella, ovvio! aspetto che esca quello per fare l'ordine!)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...