sabato 23 marzo 2013

la signora dei funerali

chi l'ha detto che i romanzi della kinsella firmati come madeleine wickham non sono all'altezza degli altri? ho letto la signora dei funerali e l'ho trovato una brillante commedia un po' nera e molto poco convenzionale, a partire dalla protagonista, fleur daxeny, bella quanto priva di scrupoli, che di mestiere fa... l'accalappiavedovi.
saltellando da un funerale all'altro, con sangue freddo e un'abilità che nasce dall'esperienza, fleur incanta l'inconsolabile di turno affascinandolo con la sua bellezza e i suoi modi da donna perfetta. ovviamente, la nostra cara non si dedica a tutti i poverini che hanno perso la moglie, ma solo a chi le consente, in pochi mesi di fatica, sorrisi e smancerie, di potersi permettere una gold card dalla quale attingere più denaro possibile prima di scappare, lasciando il vedovo di turno come uno scemo, incapace persino di denunciarla pur di non ammettere la propria idiozia.

la musica inizia a cambiare quando fleur va al funerale di emily per conquistare il cuore e il portafogli di richard favour, distrutto e inconsolabile senza l'amata moglie accanto. fleur riesce a farsi invitare fuori a cena prima ancora di quanto sperato, toccando - senza neanche saperlo - il punto debole di richard: il suo rimpianto di non aver conosciuto emily fino in fondo e quello di non poterlo fare più.
richard è un uomo buono ma fondamentalmente troppo ingenuo e debole, e cade nella ragnatela di fleur come una farfallina che non riesce a vedere null'altro che il fiore. incantato dall'idea di poter conoscere qualcosa in più sulla defunta moglie, dimentica il suo proposito man mano che si lascia conquistare dalla dolce, bellissima, elegante e affascinante fleur. misteriosa e attraente riesce a conquistare tutta la famiglia favour: in primo luogo gillian, sorella di emily, mai sposata che ha sempre vissuto a casa di richard facendo da balia ai suoi due figli, la capricciosa e isterica philippa, che aveva con emily un rapporto devastante e che adesso si barcamena in un matrimonio disastroso combinato proprio dalla madre con lambert, un uomo orribile interessato solo ai soldi di philippa, e anthony, un quindicenne adorabile che emily non ha mai amato per via della sua voglia sul viso e che gillian ha sempre trattato come il proprio figlio.
man mano che gli eventi si susseguono, si scoprono le crepe enormi e i rapporti malati di una famiglia che all'esterno sembra perfetta e felice. e a farli venire alla luce sarà proprio la presenza di fleur.

come andranno a finire le cose non ve lo dico, però il mio apprezzamento va alla capacità della kinsella/wickham di non cadere in un finale banale e prevedibile.
anche se è completamente su un altro tono rispetto ai romanzi firmati con il suo pseudonimo, la signora dei funerali è brillante e coinvolgente come gli altri libri più famosi di questa autrice, con meno humor ma sicuramente una più forte critica all'assurda società "bene" dell'inghilterra dei nostri giorni.

8 commenti:

  1. ce l'ho in wishlist!! ispira! ; ) giusto oggi sono riuscita a finire "sai tenere un segreto"?....La Kinsella crea dipendenza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahah e pensare che ti ci ho trascinata dentro io XD questo ti piacerebbe un sacco, è un pelino più cattivo degli altri che hai letto fino ad adesso!

      Elimina
  2. Questo, dei romanzi firmati Wickham, è il mio preferito : Fleur è una grande, da un lato così fredda e spregiudicata, dall'altro molto fragile è insicura. E il lieto fine che ha avuto è stato dolcissimo! E, cosa strana in un libro, mi sono affezionata praticamente a tutti i personaggi (tranne Lambert), soprattutto a quella povera Philippa, che ha avuto una vita tristissima... La cosa più bella è stato vedere come Fleur all'inizio era andata da loro per distruggere la loro vita, e poi invece senza volerlo li aiuta tutti. Frai libri scritti come Madeline Wackham l'unico un po' più sotto tono è "La compagna di scuola", non perché sia brutto, ma perché le protagoniste sono tipi di donna non particolarmente originali. Gli altri invece sono bellissimi, glamour e british style come piacciono a me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spero di recuperarli tutti al più presto (ho da leggere ancora la ragazza fantasma) poi tu mi dici questo e a me viene ancora più voglia di leggerli tutti adesso >_<

      Elimina
  3. Condivido il giudizio: i romanzi firmati Wickham son gradevoli e graziosi, seppur diversi da quelli kinselliani, ma ugualmente godibili.

    Il mio preferito, tra quelli letti sinora, è "La compagna di scuola", ma mi mancano ancora gli ultimi due, che, ovviamente, stazionano nelle colonne di tomi "di prossima lettura" :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io ero un po' spaventata quando ho iniziato questo libro qui: la kinsella ormai è una specie di mito per me, non volevo assolutamente una delusione. ma anzi, è stata una bellissima sorpresa ♥
      devo recuperare tutto il resto prima possibile (a proposito, al supermercato ieri ho preso il libro nuovo *_* me lo sono trovata davanti per caso e non ho potuto resistere XD)

      Elimina
    2. Hai fatto benissimo! :D

      Elimina
    3. lo sto leggendo e mi sta piacendo un sacco! ed è il romanzo di esordio! ma l'ho detto che amo alla follia questa donna? *_*

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...