giovedì 21 febbraio 2013

il segreto dell'amicizia e nostalgia

io ho una passione, condivisa da pochi, per i volumi unici.
dite quello che volete, ma sono dell'idea che se si può dire una cosa con dieci parole, allora è meglio dirla con otto.
so che io non lo faccio mai, ma io non sono mica una scrittrice, quindi non c'entra.
in ogni caso, le storie brevi e le raccolte di racconti mi piacciono parecchio.

il primo è il segreto dell'amicizia, di kazune kawahara e aiji yamakawa, edito da poco pochissimo da flashbook edizioni.
un volume adorabile, fresco, nuovo sotto molti punti di vista, sopratutto da quello grafico.

la storia principale occupa quasi tutto il volumetto e si divide in tre parti. ognuna di queste racconta le vicende dal punto di vista di uno dei personaggi.
eiko e moe sono amiche: eiko è timida, impacciata, debole di carattere, non sa dire mai di no e a conti fatti non è certo una gran bellezza. ed è costantemente appiccicata a moe, che è esattamente il suo opposto: carina, con un terribile carattere e sempre corteggiata dai ragazzi.
le due sono tanto inseparabili che ogni volta che moe riceve una dichiarazione, risponde sempre che le va bene stare con lui, a patto che eiko sia sempre con loro.
il primo ad accettare questa assurda richiesta è tsuchida, innamoratissimo di moe. ma gestire una relazione in tre non è affatto così semplice...

non voglio spoilerarvi nulla di nulla ché questo manga è davvero da leggere. tutto si gioca sulla psicologia delle due protagoniste e di narugami, un ragazzo che entrerà nella loro vita per portare un certo scompiglio!

dolcissimo e a tratti ossessivo, tutto il racconto si focalizza sull'importanza del legame tra amici e per una volta i patemi d'animo per l'anima gemella di turno li mettiamo da parte.
molto particolare l'idea di narrare la storia da tutti i punti di vista, così che riusciamo al meglio a capire i sentimenti che mettono in moto effettivamente i personaggi. un espediente che mi è piaciuto tantissimo e che ha reso la lettura molto più frizzante e affascinante.

l'ultima parte invece è una storia a se, anche questa abbastanza semplice nel plot, anche se a tratti un po' ingarbugliata: midori è certa che il suo ragazzo, koki, la tradisca, così chiede alla sua amica miwako di pedinarlo e scattargli delle foto se lo vede con un'altra, in modo da persuadersi che in effetti sarebbe meglio lasciarlo perdere. così miwako, che non è affatto abituata a questo tipo di situazioni e neanche tanto felice di fare la spia, si mette a tampinare koki. solo che quando arriva davanti alla sua scuola un ragazzo la chiama e, convinto che lei sia innamorata di koki, si fa spiegare tutta la situazione, e decide di accompagnarla. ma questo tipo poi chi cavolo è?
molto dolce anche questa piccola storia, mi è piaciuta davvero moltissimo!

lo stile di disegno, come dicevo, è davvero particolare: semplice, pulito, elegante, fresco e arioso. i personaggi sanno essere molto espressivi e sopratutto eiko è davvero pucciosa, odio usare queste parole ma non ce ne sono altre per descriverla.

promosso a pienissimi voti!

e poi ho recuperato in scambio nostalgia di masami tsuda! era da un po' che volevo leggerlo, ma in fumetteria non lo vedevo mai...
è un volume che raccoglie quattro storie completamente diverse tra loro per genere ma accomunate dalla poesia che la tsuda ci ha fatto conoscere in karekano.

la prima storia è ambientata in un futuro remoto: siamo nel 2106 e gli esseri umani sono affiancati da androidi talmente simili a loro da rendere difficile riconoscere a primo impatto la differenza. uno di loro, sirius, viene adottato dal giovane kariya setsu, un poliziotto, che lo educherà per farlo diventare un membro della polizia. sirius era programmato come arma, ma adesso ha il compito non più di uccidere ma di difendere le persone.
nonostante si tratti di un androide, anche lui ha dei sentimenti molto forti, e il rapporto tra i due diventa molto bello e poetico, sopratutto quando entrambi rifletteranno sulla differenza tra uomo e robot, tra una vita effimera e una quasi immortale, tra l'imperfezione umana e la perfezione artificiale.
bellissima e molto toccante!

la seconda storia è una classica storia d'amore con una protagonista che ricorda un po' sawako di kimi ni todoke (anche se cronologicamente questa viene prima...) e un protagonista carino come solo la tsuda sa pensare! rira infatti è un ragazzo talmente carino che molti suoi compagni (e persino qualche professore!) hanno perso la testa per lui, cosa che non fa affatto piacere alle ragazze della scuola che si vedono messe in secondo piano davanti a quel puttino perfetto.
quello che succede tra un lui tanto corteggiato e invidiato e una lei timida e impacciata è qualcosa di veramente buffo e tenero. insomma, una storia semplice, senza troppe pretese, ma molto dolce.

il terzo racconto è quello che mi è piaciuto di meno, decisamente troppo breve per dire tutto quello che c'era da dire, il che lo rende un po' frettoloso e confuso. ambientazione fantasy-medievale, un re giovane e sanguinoso ha sterminato tutta la famiglia, eccezione fatta per la sorella gemella che vive segregata in una torre fin dalla nascita, per ottenere il trono. uno stregone le da un giorno il frutto della conoscenza, e la ragazza apprende tutto quello che le è successo, e si rende conto che suo fratello costringe il paese a stare sempre in guerra. quando il re si rende conto del cambiamento di lei, tenta di ucciderla, ma lo stregone la salva in extremis e lei inizia a radunare un seguito sempre più vasto.
lo scontro finale tra i due è raccontato in modo troppo sbrigativo. niente, non mi è piaciuta.

l'ultima storia invece è adorabile e mi ricorda moltissimo le atmosfere alla karekano. due amici, che fin da piccoli sono cresciuti insieme, con il passare del tempo hanno iniziato ad allontanarsi: minami soffre tantissimo per questo, perché in fondo è solo per volontà di harua che tra loro va così, i suoi sentimenti per l'amico sono molto forti, profondi e intensi sin da quando erano bambini, e ormai è difficile fermarsi all'amicizia. perché adesso lui lo evita così spudoratamente? harua oltretutto non sta vivendo un bel periodo, è rimasto piccolo e gracile ed è spesso vittima di soprusi da parte di altri compagni di classe.
il finale, dolceamarissimo, non ve lo svelo.
questa storia mi ha un po' commossa e ancora un po' di più intristita. però è davvero bella e delicata. quanto è brava masami tsuda?

19 commenti:

  1. Ce li ho entrambi.. :p
    Il primo l'ho appena preso quindi non uccidermi se non l'ho ancora letto!
    Il secondo è.. bè.. disperso da qualche parte con Rossana! ^^
    Cmq anche io adoro i volumi unici anche se a volte sono così belli che vorrei durassero ancora un po'.. :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh... ucciderti e rubarti tutti i manga che mi mancano, mica è una cattiva idea? XD
      no no, niente uccisioni, per carità! però leggili! >_<

      nostalgia è molto molto bello e anche il segreto dell'amicizia. questo poi ha un che di particolare ed è davvero una bella lettura.

      Elimina
  2. Molto! ---> risposta alla domanda "ma quanto è brava la Tsuda?"
    Spero sempre portino altro di suo in italiano, ma la vedo bigia, soprattutto perchè non capisco se la Dynit pubblichi ancora con un certo criterio o no...

    Il volumetto della Kawahara, invece, dovrebbe arrivarmi proprio oggi, son curiosissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma speriamo che se arriva non sia per la dynit!
      ma perché, fa ancora manga?

      leggilo presto il segreto dell'amicizia e fammi sapere che te ne pare! a me è piaciuto tantissimo! *_*

      Elimina
  3. Ho letto in un'altra recensione che la grafica sarebbe il punto debole de "Il segreto". Disagree totale: io penso, al contrario, che sia uno dei punti di forza: la Yamakawa è stilosissima, "dritta", nonché molto innovativa nel suo genere, con pochi retini e tanto tratteggio. Questo fumetto l'ho scoperto perché avevo visto i suoi disegni e ne rimasi fulminato, così mi informai su cos'avesse pubblicato e... Be', il resto ce l'avete sotto gli occhi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il posocco!!!! lol, gli ho tanto rotto le scatole che alla fine ha pure commentato! XD

      ma boh, la gente si entusiasma sempre per stili grafici scialbi e banali e regolarmente davanti a quelli bravi davvero non capisce nulla e dice "no, è brutto".
      non capisco. anzi sì. non avete gusto.

      posocco mi raccomando: più yamakawa e usami e meno ai hime XD

      io aspetto con trepidazione gli annunci a mantova! >_<

      Elimina
  4. Anch'io sono a favore dei volumi unici; il rammarico c'è se la storia e i personaggi valgono e quindi ti viene voglia di seguirli il più a lungo possibile ^_^.

    Come te, caldeggio fortemente il provare questo "Il segreto dell'amicizia", proprio perchè è un bell'affresco sul concetto di amicizia, e la cosa non viene affatto trattata in maniera banale, nè ti da l'impressione del solito "già visto".
    L'alternanza dei punti di vista, è un altro punto di forza del volume.
    Come detto altre volte, io non sono una grande consumatrice di shojo/josei, quindi se un prodotto creato per quel tipo di pubblico mi piace, significa che davvero la storia riesce a distinguersi dalla "massa".

    Nostalgia l'ho letto tanto tempo fa, e la storia che più mi è rimasta impressa (e di conseguenza considero la mia preferita) è proprio la prima...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero vero vero che è bello e originale? *_* leggetelo t u t t i !

      /spamma pesantemente

      Elimina
  5. ma allora condividiamo la passione per i volumi unici! Bello Nostalgia l'ho letto anni fa! Aspetto con ansia Il segreto dell'amicizia, speriamo mi arrivi in settimana altrimenti me lo faccio prendere da mio "cognato" a Roma! ; )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah, se dovessi andare al ritmo del mio fumettaro daresti di matto allora. io sto ancora aspettando usagi drop 1.
      credo di aver detto tutto.

      non vedo l'ora di tornare a ischia *anche* per la fumetteria che ho lì XD

      Elimina
  6. Mi sono persa un sacco di post °A° purtroppo con la scuola non riesco a stare dietro ai blog che seguo quanto vorrei çAç
    fuffa a parte...a me non dispiacciono i volumi unici ^^ volevo leggere Nostalgia da un bel po' di tempo perchè alcune recensioni in giro mi avevano incuriosita e la tua non ha fatto altro che peggiorare la situazione XD un vero peccato che non lo abbia ancora trovato da nessuna parte çAç
    Anche il segreto dell'amicizia sembra interessante...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la scuola??? non puoi dire "la scuola" mi fai sentire un'attempata signora di mezz'età!
      son belli tutti e due, recuperali!
      in ogni caso nessuno ha notato l'erroraccio che ho fatto nel titolo? vado a correggere... che figura! sono vecchia davvero =_=

      Elimina
    2. Io l'avevo notato, cara "amicia" mia, ma la cosa mi divertita un mondo! XD

      Elimina
    3. è_é dovevi dirmelo!!! e poi se hai tempo per prendermi in giro puoi anche rispondere a *quella cosa* u_u

      Elimina
    4. X°°D mannò! Ormai comunque sono all'ultimo anno, quindi sono sulla via della senilità °A° xD anche se in fatto di rimbambimento sono già sulla buona strada XD

      Elimina
    5. sei del 94. io dell'ottantasei. altro che ultimo anno di liceo =_= ormai mi sento vecchia pure con chi mi dice che sta per laurearsi =_="

      e il mio ragazzo mi ha detto che mi ha trovato un capello bianco ;_;

      Elimina
    6. XD suvvia! L'importante è essere CioFani dentro! u_u9
      E il mio livello di senilità interiore invece è parecchio alto dato che mi scordo buona parte delle cose che dovrei ricordare °A°xD

      i personaggi con i capelli bianchi sono sempre i più fighi (?) u.uY vediamo il lato fEntasy della cosa! XD

      Elimina
    7. XD ok ok, hai vinto! io dentro sono una seienne, quindi va bene così XD!

      Elimina
    8. *scuote il pugno in segno di vittoria* +_+9
      XD

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...