domenica 30 settembre 2012

annunci (poco interessanti) di romics 2012

eccomi qui, ultimo giorno a ischia. domani si torna a casa e si ricomincia con la solita vita. bello tornare a casa sì, ma senza il mio tesoro ;_;
in ogni caso, ho due valige tanto grosse e pesanti che fanno paura e mi sono pure spappolata il mignolino del piede sinistro, che è nero e gonfio e dolorante. insomma, sarà un bel viaggio del cavolo.

faccio un post veloce, nei prossimi giorni vi parlo delle ultime letture, intanto vi segnalo pochissima roba del romics appena concluso. ho segnato tre titoli che sono degni (secondo me) di attenzione. come al solito, per gli annunci completi, vi rimando ai vari siti di informazione che trovate in rete.

star comics ha annunciato 360° material, uno shoujo di cui avevo spesso visto le immagini che mi sono sempre piaciute. si tratta di una serie di 8 volumi, completa (credo), che però verrà alternata ad altre tre serie. in buona sostanza ne uscirà uno ogni quattro mesi. bella merda.

gp invece porterà due titoli che mi interessano, con una nota per uno dei due: il primo è five, altra serie che mi ha sempre intrigata, nonostante si tratti di uno shoujo scolastico abbastanza nei canoni. però mi piace molto lo stile e mi sembra una storia carina anche se già vista. ci stanno un sacco di fan in rete, quindi la cosa mi rassicura.

il secondo, che dovete tutti acquistare e leggere, è amanchu. ne avevo già parlato tempo fa perché ho preso i primi tre numeri in francese. e continuerò a leggerlo in francese, mi interessa ben poco dell'edizione gp. però voi acquistatelo, è un manga bellissimo, merita davvero.

gli altri annunci li ho skippati, se c'è qualcosa di notevole che mi sono persa fatemelo sapere.

ciao ciao!

giovedì 27 settembre 2012

end in prenotazione su amazon!!! ♥


odio fare post così brevi, però questa volta l'entusiasmo mi giustifica! su amazon è disponibile per la prenotazione il meraviglioso e attesissimo end di barbara canepa e anna merli!
l'uscita è per il 6 novembre, però se non riuscite ad accaparrarvelo a lucca in anteprima (sigh), prenotatelo da questo link, così mi date una mano ad avere la mia copia XD

mercoledì 26 settembre 2012

ciao, io sono clacca e ho dieci anni.

un appunto veloce veloce che penso interessare i più giovani tra i lettori di questo blog (non è che siamo tutti vecchiarelli qui? XD)
ho beccato sul twitter de lo spazio bianco, noto sito di divulgazione fumettistica, una notizia che mi ha personalmente entusiasmata, ovvero la pubblicazione di una nuova rivista disney dedicata alle due più famose protagoniste storiche disney: minni e paperina.


la rivista a quanto pare sarà la solita fuffata mixata tra fumetti e rubriche, però il fatto che sia indirizzata a un target di settenni dovrebbe proteggerci dagli articoli su justin bieber e robe simili.


il primo numero di minnie & daisy lo prenderò sicuramente, vi farò sapere se ne vale la pena, in ogni caso a quanto pare sarà disponibile in edicola a 2,90€ dal 28 settembre e poi ogni mese il 25.

anteprima (in esclusiva) di "barba di perle" di nathanielle - renbooks edizioni

ieri sera su facebook ho trovato un messaggio di nino giordano, direttore di renbooks, che iniziava così:
Ciao Clacca,
Ti scrivo per dirti che sei tra i 5 blogger che abbiamo selezionato per pubblicare le prime 5 pagine di "Barba di perle" di Flavia Biondi in anteprima.
*momento di gioia e commozione*

già un annetto fa aveva sbirciato i disegni - bellissimi - di nathanielle da renstudio, e devo ammettere che li ho trovati davvero fantastici (e lo ammetto, l'ho invidiata parecchio!) e originali. nathanielle ha uno stile bellissimo e profondamente suo, un modo di modulare il segno che affascina un ex incisore come me. a me ricorda gipi però femmina e più attenta ai dettagli.

nino mi ha anticipato che la lavorazione del volume definitivo è quasi conclusa, quindi prossimamente verrà annunciato, magari per lucca. e sicuramente leggerete qui una recensione non appena avrò il cartaceo tra le mani.
di certo barba di perle è una vera e proprio lezione di stile grafico e di regia. e nathanielle è una promettentissima esordiente di cui mi auguro di vedere molto altro. potete seguirla anche sul suo blog qui. basta con le ciance, godetevi queste prime pagine in anteprima!

*prove di grigio*



*prova lettering*






aspetto con ansia questo lavoro di nathanielle, sono davvero curiosa di leggerlo. intanto grazie mille a renbooks per il loro sempre splendido lavoro! ♥

martedì 25 settembre 2012

devil and love song 12

vi rendete conto che gp ha scritto su facebook che al romics il 30 settembre annuncerà D I E C I  nuovi titoli? oltre a quelli già annunciati, tra cui tokyo alice. ora, vorrei fare due domande, che farle a loro non serve che a farsi flammare dagli insultatori folli di fb, e cioè: 1- perché dieci nuovi annunci quando devono ancora uscire un sacco di roba che è stata annunciata un anno fa? e 2- se al romics ne annunciano dieci, a lucca che fanno? altri venti, trenta, quaranta? ci fanno il piano editoriale del prossimo lustro?
bah, io non condivido affatto questa politica del buttare tutta questa carne insieme sul fuoco, per svariati motivi, ma insomma, dubito fortemente che su dieci possano essercene più di tre di mio interesse, quindi fatti loro e dei loro fan sfegatati.
giorno trenta, connessione permettendo, cercherò di farvi il mio solito riassunto passato a setaccio degli annunci interessanti. se ce ne sono.

intanto avete letto il penultimo numero dello shoujo manga più tragggico del secolo? ovviamente sto parlando del numero 12 di devil and love song*io spoilero sempre e comunque, quindi attenti!* se vi ricordate bene, nel numero 11 maria e meguro erano finalmente riusciti a mettersi insieme, dopo fiumi di pagine di seghe mentali. poteva durare? figuriamoci! meguro con la sua cavolo di mano lesionata sembra il più martire dei martiri e nonostante viva nel tecnologicissimo e avanzatissimo giappone ha necessità di andare in america per farsi riattaccare un tendine! e vabbè. il punto è che è deciso a rimanere in america per la riabilitazione (figlio mio, ci saranno dei fisioterapisti in giappone! stai scherzando? vai da quegli arronzoni di americani mandando a puttane secoli e secoli di medicina orientale e robe simili???) e quindi dice a maria che vuole separarsi da lei perché - riassumendo - non ha le palle per mantenere una relazione a distanza e perché - udite udite! - non vuole che la sua ragazza lo veda incapace di suonare.
quella deficiente (e ci vuole proprio!) di maria invece di mollargli un bel ceffone e farlo una completa e totale chiavica dicendogli che mica sta con lui per la sua mano del cavolo, che gli cadesse pure, si mette a fare la solita parte della comprensiva compassionevole che accetta le minchiate che lui dice implorandolo praticamente di scoparsela prima di mandarla a quel paese. ragazza sei pietosa, lasciatelo dire, sei davvero caduta parecchio in giù. a me meguro piace ma in quel momento si meritava solo una ginocchiata nelle palle.
all'annuncio dell'imminente partenza di meguro il biondino di cui dimentico regolarmente il nome si precipita con maria in bicicletta fino all'aeroporto per permettere ai due piccioncini ritardati di salutarsi. all'aeroporto si svolge una delle scene più penose che nemmeno nel peggior melodramma: lui le lascia un messaggio canterino in segreteria e lei risponde (al nulla! è una segreteria idiota, lui non ti sente!) cantando a sua volta, mentre il biondino la riprende e la sputtana su youtube sperando che meguro - che si è premurato di non lasciare contatto alcuno con gli amici - possa casualmente trovare il video.

cosa succederà al numero 13? un salto avanti nel tempo dove i due sono delle star di fama mondiale e finalmente tornano insieme? meguro rimane storpio? maria si mette con il biondo (che continua come un cretino a starle dietro mentre tutte le ragazze della scuola spasimano per dargliela, che diamine!!!)? oppure ci sarà un altro intero volumetto di seghe mentali?

spero però che non si fraintenda: a me piace un sacco questo manga, mi diverte proprio tanto! però se la tomori non cambia genere questo sarà il primo e l'ultimo lavoro suo che leggo.

sabato 22 settembre 2012

nanacorobin 3 e un nuovo annuncio josei!


e ci siamo! si conclude questa miniserie della nakahara, in attesa di berry dynamite, ci godiamo la fine - per quanto scontata, prevedibile e inevitabile, di nanacorobin!

come sempre, ci saranno *spoiler!* state attenti quando leggete...
allora, avevamo lasciato la nostra nako che aveva appena capito di essere innamorata di konatsu, il quale però è innamoratissimo da sempre della senpai kaede. la nostra eroina non riesce di certo a rassegnarsi piangendosi addosso come tutte le normalissime ragazzine del pianeta, ma cerca un modo per rendere konatsu simpatico e popolare per aiutarlo a conquistare kaede e togliere sopratutto ai due piccioncini il lecchino di kaede dai piedi. impossibile? non per nako! approfittando del progetto del solito compagno di classe sfigato, costringe konatsu a sputtanare ogni suo residuo di dignità in un film... che in effetti gli darà quel minimo di popolarità che gli consentirà quantomeno di farsi salutare dai suoi compagni di classe.
anche kaede si rende conto del cambiamento, e capisce che è stato fatto tutto per amor suo... però... il cuore del buon konatsu è stato stravolto dagli ultimi eventi e ormai si è reso conto che non è più kaede la sua principessa. niente drammi perché intanto nako si è resa conto che il tirapiedi poco di buono a servizio di kaede è innamorato della sua padrona da sempre (questo il motivo reale per cui osteggiava konatsu) e lo convince a confessare i suoi sentimenti: insomma, i due si mettono insieme e vissero felici e contenti amen.
nako ora dovrebbe avere campo libero ma si vede portare via konatsu da quell'arpia della madre, che lo vuole portare alle hawaii tra la disperazione dei fratellini e la stupida apatia di nako che si sveglia solo nel momento in cui si scopre il piano completo della madre di konatsu: fargli sposare una delicatissima fanciulla che è la versione bionda di bu! konatsu acchiappa nako e scappano via (esatto, proprio come fa lei con il fratello di lui all'inizio della storia!) e questa volta si dichiarano i reciproci sentimenti vivendo anche loro insieme, felici e contenti come doveva essere.
morale della favola: una miniserie carinissima e ben fatta, nessuna superpretesa, anzi, niente di più di quello che si prometteva fin dalla prima copertina. una commedia romantica e divertente, consigliatissima agli amanti del genere.

e mentre gongolo ancora del ritorno della nakahara, la gp annuncia un altro nome già noto e da me tanto apprezzato, ovvero la cara toriko chiya, che da novembre tornerà nelle fumetterie italiane con tokyo alice! sono davvero megaentusiasta di quest'annuncio, sia perché a me la chiya è piaciuta davvero tanto con clover, sia perché sono da sempre stata interessatissima a questo titolo: le protagoniste sono quattro donne più interessate allo shopping che alle storie d'amore - e questo, considerando quanto sia stilosa l'autrice non mi dispiace affatto! - fino a che non compaiono all'orizzonte i maschietti giusti... di più non so, ma ormai manca poco poco prima di poter leggere il primo volumetto, quindi mi evito spoiler e scansioni. e a che parliamo di novembre e di gp, segnatevi in agenda l'uscita del primo numero di 
usagi drop di yumi unita!!!

altro promemoria: in questi giorni in fumetteria cercate ooku e springtime bus! io non vedo l'ora di poterli leggere ;_;

martedì 11 settembre 2012

annunci planet manga: hina sakurada

approfitto della connessione per riportare un nuovo annuncio della planet manga: due autoconclusivi di hina sakurada, che io non conosco per nulla! però mi ispirano 1) perché sono due volumi unici, veloci e indolori 2) mi piacciono tantissimo i disegni, 3) quello che ho letto sullo smo mi ha convinta abbastanza, anzi riporto tutto qui:
Dalla pagine dell'ultimo numero di Anteprima scopriamo tre nuovi shoujo che verranno pubblicati da Planet Manga tra novembre e dicembre 2012.
A novembre verrà pubblicato Una lama rivestita di fiori (Hana Wa Knife o Mi ni Matau) un volume unico di Hina Sakurada a 6.50 euro con sovraccoperta distribuito solo in fumetteria. 
Trama a cura dell'editore:
Giunge finalmente in Italia Hina Sakurada! La mangaka è ormai nota per i suoi shojo maturi, adatti a un pubblico smaliziato che cerca in un manga qualcosa di più del semplice intrattenimento. Infatti, le sue storie toccanti e in parte crude sanno trasmettere emozioni molto intense, mentre il suo magnifico tratto trasforma ogni tavola in un piccolo capolavoro. Ne è un perfetto esempio questo volume unico, la cui protagonista è una liceale che prova un amore così viscerale e ossessivo nei confronti del suo professore, che quando questi le dice che non potrà mai ricambiare i suoi sentimenti, lei arriva a compiere gesti veramente folli. Seguirà a dicembre un altro volume unico della stessa autrice: Ragione e Sentimento (Bunbetsu to Takan).
avete qualche notizia in merito? vale la pena leggerli o sono porcate con una bella copertina? ditemi ditemi!
ah sì, c'è una roba nuova della shinjo, ma fondamentalmente chissene... 

the brave - ribelle


niente da fare, leggerete questo post in ritardo perché... sono senza connessione! inutile dire che sto impazzendo in questa situazione, ma per fortuna riesco a usare il cellulare per leggiucchiarvi e lasciare qualche commentino. ma un intero post via cellulare, quello proprio non ce la faccio.
ultimamente non mi è passato nulla di troppo affascinante tra le mani al punto di farmi venire voglia di scrivere qualcosa, diciamo che attendo tempi migliori. mi sto flashando abbastanza con qualche telefilm che seguo con il mio tesoruccio a orari improponibili (tipo rescue me - che mi piace indecentemente - e torchwood), ho leggiucchiato qualcosa e mi sono addirittura concessa un film al cinema, cosa che non succedeva da più di un anno. son cose.


il film in questione? the brave - ribelle, ultima fuffata di pixar/disney, che aspettavo con notevole ansia da secoli, dai primi disegni dei personaggi eccetera. sono pure riuscita finalmente a vedere integralmente il corto la luna!
molto molto carino e poetico, sopratutto mi è piaciuto tanto l'omaggio a calvino (che era davvero omaggio sentito e non scopiazzamento selvaggio nella speranza che non se ne accorga nessuno). se non avete letto il racconto in questione, lo trovate all'inizio della raccolta tutte le cosmicomiche che è più che altro una raccolta di capolavori, più o meno come ogni libro che mi sia capitato di leggere di calvino.
(parentesi: qualcuno ha idea di quando uscirà la seconda raccolta dei corti pixar in dvd? no perché io sto rosicando da pazzi)
dicevamo, the brave. uhm, immancabilmente all'inizio mi ero lasciata sedurre dalla - diciamo - copertina: ragazzina con una montagna di capelli rossi ricci e occhi verdi, boschi, cavalli, avventura... dal trailer pareva esserci tutto quello che poteva affascinarmi, e in effetti così è. la storia però è un attimino diversa dalla roba epica che io avevo immaginato, ve la racconto più o meno e anche se ci provo ad evitarli, state certi che ci saranno *spoiler!* quindi, cavoli vostri, io ve l'ho detto.
all'inizio c'è una bella famigliola, tipico clan celtico, composto da padre - valoroso combattente nonché capo tribù -, madre - donna bella e dalla forte e dolce indole materna - e la figlioletta merida, amabile pargoletta pel di carota. più un paio al massimo di altri membri della tribù di cui indicativamente una metà guerrieri. tutto cambia nel momento in cui il padre di merida riesce a sconfiggere un orso terribile che mette a repentaglio la tranquillità dela tribù. viene eletto re dei quattro clan principali - non chiedetemi i nomi, sono assolutamente incapaci di ricordarmeli - e di conseguenza merida si ritrova costretta al ruolo di principessa.
ci troviamo davanti alla solita fanciulla disney di seconda generazione, ovvero la tipica ribelle parafemminista che non vuole saperne di cucina e ricamo e che adora correre in groppa al suo cavallo in mezzo al bosco incontaminato giocando a fare robin hood bla bla. molto carino se non fosse per la madre che con l'asfissiante regolarità di un orologio le ricorda quali sono i suoi doveri di principessa. da adolescente come si deve, merida smetterebbe di respirare pur di contraddire la madre, scoppiando completamente quando le viene chiesto di scegliere un marito tra uno dei tre principi degli altri clan. la nostra emancipata eroina non ne vuole sapere di fidanzati (ovviamente se non per amore, come si conviene) figuriamoci di matrimoni, quindi, alla gara che viene fatta per scegliere il migliore (ovviamente di tiro con l'arco, visto che era compito di merida scegliere come si sarebbero sfidati i partecipanti), lei scende sul campo, centra tutti i bersagli, fa perdere la faccia a tutti gli altri clan, a sua madre eccetera, rischia di portare tutti sull'orlo della guerra civile e non contenta scappa di casa piangendo dopo aver strappato a spadate un arazzo che ritraeva la sua famiglia e aver urlato in faccia alla genitrice notevolmente incazzata un bel "ti odio" degno delle ragazzine da mondo di patty (oddio, da dove mi è uscito questo infelice paragone? giuro, non so bene neanche cosa sia il mondo di patty, mi viene il panico solo a vedere i gadget in cartoleria.)
in ogni caso, la nostra disperata rossa si da alla fuga eccetera e arriva nell'immancabile casa della strega. personaggio - la strega - davvero epico. ricorda george degli aristogatti, il vecchio tremolante per intenderci. fantastici entrambi.
bla bla con la strega, merida ottiene un incantesimo per cambiare sua madre nella speranza che capisca i suoi sentimenti.
l'incantesimo però non sembra funzionare proprio bene, perché la mammina si trasforma in un orso! e con un padre che ce l'ha a morte con i suddetti animali... e quindi la fuga con la mamma-orso e qualche bucolica scena di vita insieme nella natura. il finale è sempre quello disney: torna il cattivone, gli eroi vincono e tutti vivono felici e contenti. amen.

fan art a caso, ma mi piace tanto!
il film alla fine è divertente più che altro per merito dei comprimari, c'est à dire i rozzi zotici brutti e sdentati guerrieri celti, il paparino di merida, la vecchia strega, i fratellini eccetera, che sanno creare qualche scena buffa che fa ridere la solita enorme fetta di pubblico da film disney. il problema comincia a venire fuori quando si parla del messaggio (uh, che brutta parola, oggi sono fissata, davvero) del film: io ci avevo visto una roba tipo "stupida ragazzina capricciosa, prima o poi ti renderai conto che tua madre, che chiamavi stronza che non capisci i miei sentimenti, ha sempre fatto tutto per il tuo bene, e quando vorrai ringraziarla il magone per la tua stupidità di strozzerà e finirai come una cretina a pensare che hai sbagliato e ti dispiace, fino a che non saprai creare un legame fondato su rispetto ed equilibrio. e tu mammina perfettina ti renderai conto che tua figlia non è un prolungamento del tuo essere e che non puoi fare di lei una tua fotocopia o peggio ancora riuscire a farle ottenere quello che non sei riuscita ad avere tu. hai tra le mani un'adolescente impazzita in piena tempesta ormonale, il dialogo è molto più importante di quello che sembra, purché tu non cada nello stupidissimo errore della mamma amica. insomma, giocate i vostri ruoli con più naturalezza e cercando di capirvi.
se è questo, beh, mi pare un messaggio molto bello, sopratutto se viene dedicato alle ragazzine pubescenti che nel 90% dei casi salterebbero volentieri al collo della madre per strappargli via la trachea a morsi.
ma, come mi ha giustamente fatto notare il mio ragazzo, magari un messaggio così viene compreso da chi l'adolescenza e la post adolescenza l'ha passata da un pezzo. e le quattordicenni di oggi come lo vedono il film? e dieci anni fa, io come l'avrei visto? come un "ragazzina, tu hai ragione, tua madre è una rompicoglioni, insisti, vai contro le regole, ferisci tutti, tanto prima o poi la ragione l'ottieni"? è plausibile che passi anche questo genere di messaggio e allora no, non va affatto bene.
ma alla fine, qualunque sia il significato della storia, la storia in se è piacevole, comica, a tratti dolce e a volte - inevitabilmente - drammatica. bellissima animazione, fantastica grafica eccetera, pessima la caratterizzazione dei personaggi: abbiamo la ragazzina ribelle, la madre scopainculo, l'orso cattivo, il padre stupido, i fratellini monelli e furbi... e basta. un aggettivo a testa, personaggi piatti come mai. seriamente un peccato. sopratutto perché il rapporto madre-figlia è talmente complesso che non si può ridurre a questo. anche se è difficile farne un film per bambini senza risultare banali.
in definitiva si prende un sette e mezzo, più per l'aspetto visivo e per le scenette comiche, con tanti rimpianti su quella che poteva essere una storia molto più profonda e più bella. peccato davvero.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...