lunedì 26 marzo 2012

storie tragicomiche e nuovi arrivi

bene fanciullini e fanciulline, ecco il nuovo aggiornamento de "le fantastiche avventure dei denti di clacca". godetevela che è uno spasso. oggi sono andata in ospedale per fare gli esami pre-ricovero, ovvero prelievo del sangue, radiografia al torace e elettrocardiogramma. mentre aspettavo in quella che doveva essere una sala d'attesa ma che pareva l'ingresso di un bagno pubblico, mi sono trovata davanti: due con il naso rotto che sanguinavano e tenevano un piattino pieno di sangue sotto al naso, tizi ricoverati lì che puzzavano di piscio, medici che urlavano che non c'erano lenzuola pulite per le camere, infermiere cafone che prendevano i pazienti non dalle stanze ma dalla sala d'attesa per portarli in sala operatoria, urlando e sbuffando, tutto il personale in generale che sembrava avesse bisogno di un buono shampoo e magari anche di una doccia, se sanno come si usa una doccia, ovvio. oltretutto a quanto pare le stanze per i pazienti stanno dove io pensavo ci fossero i cessi. morale? io e mamma siamo fuggite, io sono ancora shockata. mi sono evitata di fare gli esami, sia perché dopo aver visto certa roba un po' mi sono sentita male (oltretutto ancora alle 9 passate dovevo aspettare, digiuna dal giorno prima, mi girava la testa e avevo la pressione sotto zero, cavolo! non si può far stare tanto tempo a digiuno qualcuno! io gli esami li ho sempre fatti da privati e mai dopo le 6 del mattino...), sia perché dopo aver visto gli infermieri che avrebbero dovuto farmi il prelievo mi è venuto il panico, una pescivendola sarebbe più discreta e gentile, ma poi ho pensato che un ricovero lì, ammesso che uscivo viva dalla sala operatoria, come minimo l'avrei pagato con un altro ricovero di sei mesi al reparto di malattie infettive.
quindi ho detto a mia madre "fuggiamo" e non se l'è fatto ripetere due volte. adesso non ho idea di cosa fare, penso che mi comprerò una boccetta di lexotan (se avete calmanti più forti da proporre fate pure) e mi farò operare dal mio dentista, anche in anestesia locale, ma almeno non mi ritroverò in un luogo a metà tra lo zoo e il set di un film dell'orrore, davvero, un ricovero in quel posto non lo potrei sopportare.
adesso sono di nuovo in preda al panico dopo che ieri ero riuscita a tranquillizzarmi. amen. dopodomani vado dal dentista e vediamo cosa fare. non ne posso più ;_;

in ogni caso, a parte le mie sventure con ospedali e medici vari ed eventuali, la fuga di oggi mi ha consentito di arrivare in casa giusto in tempo per ricevere la posta *_*


insomma, finalmente ho romance killer e la felicità è una coperta calda che mi ha regalato bao publishing  con tanto di cartellina fatta apposta per questa iniziativa! è talmente bello che si è meritato un collage tutto per se!


nei prossimi giorni aspettatevi le recensioni di questi due e de la bicicletta rossa (è partito anche il pacchetto di ibs, entro la settimana dovrei avere la serie completa ♥) nonché dell'anime di ikoku meiro no croisée. e ovviamente mercoledì arriverà anche l'aggiornamento per chi si sta appassionando alle mie dsavventure con i  denti.

8 commenti:

  1. Ohh i Peanuts!!!!! *__* Ma ti è arrivato con raccomandata? Da me ancora niente ç__ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nu, piego ordinario ^^" però se è arrivato qui, arriverà ovunque XD

      Elimina
  2. Beh, effettivamente gli ospedali non sono un ambiente bellissimo. Certo, con i tagli che ci sono stati alla sanità non si può pretendere chissà che, però la gentilezza e l'educazione del personale ci vanno sempre e comunque.

    Detto ciò, sono curiosa di leggere la recensione dell'anime di Meiro etc etc; io l'ho visto e seppur puccioso e kawaii, secondo me non è nulla di eccezionale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gentilezza, educazione, cortesia, comprensione nei confronti della gente che magari è nervosa o spaventata eccetera, senza contare che ci vuole anche igiene e pulizia. mancava tutto.

      ikoku meiro no croisée a me è piaciuto tanto... ma non aggiungo altro, a breve la recensione completa!

      Elimina
  3. Se era davvero quello che descrivi hai fatto BENISSIMO ad andartene.
    Una cosa del genere non è nemmeno contemplata, guadagnassero anche cinque centesimi al mese (e questo non li esimerebbe comunque dal presentarsi a un lavoro del genere puliti) non esiste che uno vada a in un ospedale e si ritrovi davanti una fogna simile.

    Magari chiama il tuo dottore di famiglia e chiedi a lui di dirti/prescriverti un calmante stendi-cavalli vista la situazione.
    Oppure non c'è un altro ospedale dove provare ad andare? ;_;

    Mi dispiace tantissimo per quello che è successo ç*ç *abbraccia forte*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in ospedale manco sparata XD sarà uguale ovunque, devo emigrare altrimenti...
      mi ucciderò di sedativi e amen. sarà un trauma, ma di certo è meglio di quella sottospecie di macello.

      grazie per l'abbraccio u///u sicuramente riuscirò a sopravvivere é_è

      Elimina
  4. Caspita mi dispiace per la brutta esperienza ospedaliera. Mi è capitato un paio di volte di frequentare delle strutture pubbliche ma non ho mai visto un macello del genere XD
    Vai dal tuo dentista, tanto anche in ospedale ti facevano la locale (la totale non la fanno quasi mai) e almeno lì ti fidi e sai che non avrai brutti scherzi XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no ma in ospedale era già programmata l'anestesia totale! ma dopo quello che ho visto... e se mi toglievano i denti con la pinza che usavano per riparare i tubi dei bagni??? sarebbe stato possibile...
      pazienza, devo parlare con il dentista e farmi consigliare un buon calmante, l'anestesia totale era stata decisa proprio perché soffro parecchio di ansia, un attacco di panico nel bel mezzo di un'operazione non sarebbe consigliabile, e conoscendomi so che potrebbe succedermi ._."

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...