lunedì 19 marzo 2012

luno

ormai mi sono arresa all'evidenza che le possibilità di altre opere della toume in italia sono praticamente insperabili, o quantomeno, troppo lontane nel tempo. quindi mi sono decisa a regalarmi l'edizione francese di luno, che è davvero bellissima, sfido un qualsiasi editore di fumetti italiano a fare una cosa simile.


prime pagine a colori, copertina cartonata, sovracoperta morbida e vellutata... cosa volete di meglio? (sotto le cover giapponese e francese).
edizione a parte, questo volumetto è un altro gioiellino, da tenere accanto a fuguruma per intenderci. quando un autore è tanto bravo e sa gestirsi tanto bene gli spazi, anche un libretto di poche pagine come questo lascia un senso di soddisfazione e di completezza che non sempre si riesce ad ottenere dopo una serie di 20 volumi, anzi, molto spesso lì si arriva con infinita stanchezza.


andiamo alla storia (uso i nomi della traduzione francese, non so se saranno gli stessi usati nelle eventuali scansioni): tito è un ragazzino che trova la sua vita e il suo mondo noiosi. la scuola, i compagni con i quali non si trova molto bene, la casa che divide soltanto con sua mamma, i suoi libri. suo padre è morto in guerra e la sorella studia in un altro paese, questo è tutto. nella sua città vive sotto un ponte un ragazzo misterioso, arrivato da poco. si incontrano un giorno mentre tito è uscito a sbrigare le solite commissioni, e il ragazzino gli chiede da mangiare per il suo gattino, che sta male. il gatto però è stato avvelenato, e i due insieme andranno a seppellirlo. lì tito capisce che in realtà il giovane senza-tetto è una ragazza, zeta.
tito cerca in tutti i modi di aiutare la ragazza, persino lasciando credere a sua madre di aver trovato un cagnolino per avere la scusa di portarle del cibo. ma l'amicizia dura poco, zeta gli confessa che deve scappare perché c'è qualcuno che l'insegue e vuole ucciderla. consegna a tito un orologio e gli chiede di promettere di non darlo mai a nessuno, di non parlarne neppure e di custodirlo per lei, che sicuramente un giorno tornerà a riprenderselo. intanto, in queste prime pagine, tra le tavole che raccontano la storia di tito e zeta si vedono delle scene inquietanti e misteriose, una giovane donna tirata fuori dalla bara e portata poi in uno strano laboratorio, dove uomini con lunghe tuniche l'hanno collegata a un macchinario con chissà quale intento...
luno, in poche pagine, riesce a scuotere parecchio il lettore su un argomento che non smetterà mai di interessare: la vita eterna, la possibilità di vivere per sempre senza invecchiare e senza essere piegati dai bisogni più comuni e al contempo vedere le vite degli altri che scivolano via, non sentirsi più davvero umani. non posso dire altro perché vi rovinerei la lettura (se lo recuperate in francese, se trovate le scansioni, se qualcuno in italia da di matto e lo pubblica) però posso dire che dalla prima pagina all'ultima non c'è stato un solo attimo di noia o delusione. in poche parole bellissimo. e, manco a dirlo, consigliatissimo.

3 commenti:

  1. Di Kei Toume per ora ho letto solo "Vita da cavie" le altre opere sono in attesa di recupero ^^
    In ogni caso questa edizione francese sembra veramente bellissima ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. recupera sopratutto hitsuji no uta che è bellissimo!!!
      vita da cavie voglio prenderlo prima possibile, credo non mi manchi altro (o sì?) oltre questo di tutto quello che hanno pubblicato in italia della tome...

      Elimina
  2. Kei Toume è una grande! non vedo l'ora di recuperare Luno: che illustrazioni!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...