mercoledì 29 febbraio 2012

30 giorni di manga - giorno 22

il manga che vorresti non esistesse


CHOBITS delle clamp.
davvero, mi sembra di sparare sulla croce rossa, ma seriamente questo coso è paragonabile a una truffa a un ente benefico: indecente. disegnini carinissimi, serie che parte bene, continua abbastanza bene, lui e lei che non riescono ad arrivare lì dove dovrebbero dal primo numero, lei che continua a fare la bimbetta sexy e ingenua che vien voglia di spaccarle il cranio a martellate, lui che continua a fare il represso, cosa che secondo le clamp dovrebbe essere sinonimo di romanticismo, non di zoccolaggine da una parte e incapacità da un'altra. in ogni caso, quando si inizia l'ultimo numero praticamente certi che finalmente lei gliela darà, arriva il finale più brutto, ridicolo, inutile, stupido e meno rispettoso nei confronti dei lettori che si possa immaginare, semplicemente al limite del grottesco.
dopo l'ultimo numero di chobits ho tirato a terra mandandolo a fanculo soltanto il codice da vincitwilight. potete ben immaginare il livello di disgusto che mi ha dato questo manga.
oltre a concepire qualsiasi forma di sensualità in modo malato e sbagliato, le clamp hanno distorto il concetto di storia d'amore, hanno presentato maschi e femmine come esseri pronti all'accoppiamento ogni due per tre ma troppo complessati per ottenere ciò che vogliono, e sopratutto hanno preso per il culo i lettori dalla prima all'ultima pagina in modo assolutamente vergognoso.
spero che tutte le copie esistenti di questo manga si distruggano per autocombustione, magari le clamp lo interpretano come un segno divino e la smettono di fare 'ste cazzate.

1 commento:

  1. Completamente d'accordo,uno dei manga più fasulli ed inconcludenti che abbia avuto la disgrazia di leggere.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...