martedì 24 gennaio 2012

vinland saga

devo dire che ultimamente sono abbastanza fortunata con le serie che inizio, chiedo consigli che sono decisamente validi. ultimo - per ora - della lista è vinland saga di makoto yukimura. sto recuperando un po' per volta i volumetti usciti e ne ho letti per adesso tre. già dall'inizio del primo numero questo manga aveva cominciato ad appassionarmi, ma più vado avanti nella lettura e più mi convince e non vedo l'ora di poter leggere tutto il resto.


ATTENZIONE SPOILER sui primi tre volumi.
 una popolazione confinata nell'estremo nord dell'europa, in territori dal clima ostile, dove la sopravvivenza è difficile, basa principalmente la propria esistenza sul saccheggio e sulla conquista dei nuovi territori: stiamo parlando dei vichinghi, temutissimi e altrettanto conosciuti pirati e forti guerrieri, ma anche di viaggiatori ed esploratori. thorfinn cresce in un pacifico villaggio islandese, giocando con gli altri bambini alla guerra e ascoltando da un vecchio amico di famiglia, leif erikson, le storie su vinland, una terra che profuma di leggenda e che si trova al di là del grande mare di occidente, una terra calda e prosperosa e grandissima, dove è facile coltivare e allevare il bestiame senza temere le gelate islandesi.
la vita tranquilla di questo bambino di sette anni subisce un brusco cambiamento quando dei guerrieri vengono a chiedere a suo padre di unirsi a loro nella guerra contro l'inghilterra. il padre, thors, conosce questa gente e loro conoscono lui: il comandate, floki, e i jomsvikingar hanno già combattuto con thors e adesso lo rivogliono indietro, cosa che lo scagionerebbe dall'accusa di abbandono dell'esercito e delle sue responsabilità di guerriero.
l'entusiasmo dei ragazzini che non hanno mai visto un campo di battaglia non coglie impreparato thors quando decide di partire per evitare che il suo villaggio venga distrutto, promette loro di lasciarli combattere ma si accorda con leif per lasciarli su un'isola vicina ed evitargli di morire impreparati durante i combattimenti. alla partenza però il piccolo thorfinn non si trova da nessuna parte. convinti che sia offeso con il padre che non vuole portarlo con loro, nessuno se ne cura più di tanto. invece il piccolo monello, desideroso di essere un guerriero, si è infiltrato nella nave del padre, e nessuno lo scoprirà se non in mare aperto. dopo una generosa razione di sculaccioni più che meritati, il piccolo rimane sulla nave, thors decide che lascerà anche lui a leif.
ma proprio mentre tentano di raggiungere l'isola dove lasciare tutti, la barca di thors subisce un'imboscata da parte di un gruppo di pirati comandati da askeladd, un mercenario pagato da floki per uccidere thors.
thors il troll non si è certo guadagnato questo nome e la fama che l'accompagna per nulla, e ci mette poco a sistemare tutti i pirati di askeladd e sta quasi per vincere il duello contro di lui, quando thorfinn viene preso in ostaggio. per salvare la vita del figlio si lascia uccidere da askeladd, mentre i suoi compagni sono lasciati liberi. thorfinn è abbandonato a se stesso. inizierà così a seguire askeladd e i suoi degni compagni non per rispetto nei suoi confronti ma per ucciderlo in un duello leale e vendicare la morte di suo padre.
thorfinn diventa un guerriero eccezionale, imprevedibile e spaventosamente forte e capace per la sua età. askeladd lo usa senza pietà nelle missioni più difficili, a volte impossibili, promettendogli ogni volta un duello che finisce per vincere sempre.
askeladd decide di partecipare all'assedio di londra, al quale partecipa, ma come mercenario dalla parte degli inglesi, un personaggio completamente fuori di testa e pericoloso quanto un treno in corsa se siete legati sui binari: thorkell, un gigante dalla forza incredibile, dal cervello fritto e con una furia spaventosa quando combatte. thorfinn prova a ucciderlo, ancora una volta per ottenere la possibilità di duellare con askeladd, ma se non ci lascia le penne è solo per poco, ma riesce in ogni caso a salvarsi. i mercenari di thorkell hanno però rapito il principe canuto, della stirpe reale di inghilterra, e stanno razziando i dintorni di londra decimando i nemici. akeladd decide così di prendere il principe per impossessarsi della ricca ricompensa promessa a chi lo libererà. thorkell intanto ha lasciato andare il principe inglese e sta combattendo con le truppe inglesi venute a liberarlo per il puro gusto di far guerra, mentre askeladd dall'alto guarda la battaglia progettando come al solito qualcosa che gli farà entrare altre ricchezze in tasca.

vinland saga è un fumetto d'azione ma non solo. è un fumetto storico con un'ambientazione abbastanza dettagliata e ricca di informazioni su una popolazione affascinante come quella vichinga. è anche un racconto pieno di momenti densi ed emozionanti, dove si muovono personaggi ben costruiti e con un forte spessore psicologico. da thors, combattente ritiratosi in un villaggio sicuro dove spera di far vivere la sua famiglia lontana dalla guerra, a thorfinn che da bambino desideroso di diventare grande si ritrova responsabile della morte del padre, costretto a seguire un uomo come askeladd per vendicarlo, diventando spia e assassino. i pirati di askeladd e uomini come thorkell, brutali e incapaci di immaginare la propria vita senza guerra e senza uccidere e razziare e distruggere in ogni paese e villaggio si pari davanti ai loro occhi.
i dubbi sull'onore e sul valore di un guerriero, su cosa sia più giusto, se uccidere frotte di nemici sul campo di battaglia o se usare le proprie armi per proteggere chi si ama.
in poche parole, questi tre volumi che ho letto sono stati un continuo di momenti memorabili, nessuna scena di guerra era piazzata lì per allungare la storia, nessun personaggio si è mostrato come un semplice schizzo di inchiostro su carta. con thors poi è stato praticamente amore, alla scena della sua morte, nel secondo numero, mi sono davvero sentita un tuffo al cuore.
quindi bellissimo, davvero stupendo oltre ogni aspettativa.
attendo di poter leggere il resto con ansia, in italia sono stati pubblicati 10 volumi, mentre in giappone è già disponibile l'undicesimo (che dovrebbe uscire da noi in primavera, per allora spero di essermi messa in pari con le uscite!).

2 commenti:

  1. Seguo anche io Vinland Saga e devo dire che è una delle uscite che più attendo (anche se purtroppo siamo già in pari con le uscite nipponiche, tempi tecnici di stampa esclusi).
    I personaggi sono fantastici e le ambientazioni dettagliatissime ^^

    RispondiElimina
  2. ma ovviamente non si sa se la serie sta per finire, vero? non sarà il secondo berserk ;_;

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...